Missile lanciato nel Mar del Giappone

La Corea del Nord sfida Trump con un nuovo missile e l'ONU convoca una riunione urgente

La richiesta di una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza dell'ONu è stata avanzata da Usa, Giappone e Corea del Sud dopo che la Corea del Nord ha effettuato il lancio di un nuovo missile terra-terra nel Mar del Giappone

NEW YORK - Sale la tensione internazionale dopo il lancio di un nuovo missile balistico nordcoreano il 12 febbraio. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà d'urgenza su richiesta degli Stati Uniti, del Giappone e della Corea del Sud, ha reso noto un portavoce della missione statunitense all'Onu.

La soddisfazione di Kim Jong-Un
L'agenzia di stampa nordcoreana ha confermato la notizia e definito un successo il lancio di un missile terra-terra di media e lunga gittata e il numero uno nordcoreano, Kim Jong-Un, ha naturalmente espresso la sua grande soddisfazione. Il missile ha percorso circa 500 chilometri prima di inabissarsi nel Mar del Giappone, secondo quanto riferito dal ministero della Difesa sudcoreano.

Pyongyang vuole saggiare le reazioni di Trump
Il lancio del missile, il primo dopo le elezioni statunitensi di novembre, è considerato un test della volontà di Pyongyang di saggiare le reazioni del neopresidente americano Donald Trump e dei paesi della regione. Trump, dal canto suo, ha immediatamente ribadito il sostegno al 100% degli Stati uniti al Giappone, principale alleato nella regione, mentre il premier nipponico Shinzo Abe ha definito il lancio del missile un gesto intollerabile.