25 giugno 2019
Aggiornato 08:00
Squadre dell'Fbi pronte a intervenire

Usa, cresce la tensione per la cerimonia d'investitura di Trump

Imponente schieramento di protezione per garantire la sicurezza del presidente americano durante la cerimonia di insediamento del prossimo 20 gennaio

WASHINGTON - Cresce la febbre in vista della cerimonia d'investitura del presidente eletto statunitense Donald Trump. Al di là delle durissime tensioni politiche che hanno accompagnato la campagna elettorale, il carico massimo di stress si sta ora scaricando sulle spalle degli apparati che devono garantire la sicurezza della cerimonia del 20 gennaio prossimo. In giorni in cui il terrorismo internazionale lancia la sua sfida mortale dal Medioriente al cuore dell'Europa.

Squadre dell'Fbi pronte a intervenire
"Il giorno dell'inaugurazione, saremo in strada a caccia di oggetti sospetti o potenzialmente pericolosi" dichiara una donna delle squadre di artificieri dell'Fbi di Washington. "Seguiremo una stretta procedura operativa. Se, per esempio, qualcuno dovesse avvistare uno zainetto come questo abbandonato in giro dovremo immediatamente valutare se si tratta di una minaccia concreta». Squadre d'intervento dell'Fbi saranno attivate per coprire turni di 24 ore, pronte a intervenire al minimo segnale di allarme, in caso di una semplice perquisizione, oppure di una sparatoria o di scenari successivi ad attentati esplosivi.

A fianco delle Swat
"La squadra di negoziatori" spiega la responsabile del servizio Leanna Saler, "è pronta a intervenire a fianco delle squadre operative di pronto intervento delle Swat, in caso di controlli o arresti ad alto rischio. Lo scopo è quello di essere immediatamente pronti ad agire se una situazione degenera con persone barricate con ostaggi all'interno di un edificio".