22 maggio 2022
Aggiornato 16:30
Corea del Nord

Perché Kim Jong Un indossa l'uniforme bianca?

Kim Jong Un è apparso con l'uniforme bianca da gran maresciallo alla parata di lunedì scorso per commemorare il 90mo anniversario dell'Esercito rivoluzionario del popolo coreano

Perché Kim Jong Un indossa l'uniforme bianca?
Perché Kim Jong Un indossa l'uniforme bianca? Foto: Ufficio Stampa

L'ultima apparizione del leader supremo nordcoreano Kim Jong Un in una vistosa uniforme bianca con spalline dorate ha provocato curiosità e anche qualche ilarità negli osservatori internazionali. Ma, come tutti i gesti pubblici del capo di Pyongyang, ha un suo specifico significato e si lega al suo rapporto privilegiato con la figura del nonno, il fondatore della Repubblica democratica popolare di Corea Kim Il Sung. Fu infatti quest'ultimo, tuttora formalmente presidente della Corea del Nord nonostante sia morto nel 1993, a indossare un'uniforme bianca alla parata della vittoria, dopo la firma dell'armistizio nel 1953.

Kim Jong Un è apparso con l'uniforme bianca da gran maresciallo alla parata di lunedì scorso per commemorare il 90mo anniversario dell'Esercito rivoluzionario del popolo coreano, secondo quanto ha mostrato l'agenzia di stampa ufficiale KCNA. Nella stessa occasione ha annunciato un rafforzamento dell'arsenale nucleare «con la massima velocità possibile», sostenendo che questi ordigni saranno usati contro chiunque violi gli «interessi fondamentali» nordcoreani. In maniera ancor più inquietante, ha aggiunto che le armi nucleari «non possono essere mai limitate alla singola missione di deterrente della guerra», anche se quello è il loro scopo fondamentale. Insomma, il sinistro messaggio è che Pyongyang si riserva il diritto di «first strike», di colpire preventivamente.

Un messaggio ben chiaro in prossimità della visita in Asia del presidente Usa Joe Biden, atteso la settimana tra il 20 e 24 maggio a Tokyo e Seoul, e dell'imminente assunzione d'incarico del nuovo presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol l'11 maggio, il quale incontrerà Biden il 21.

Yoon è un conservatore e nella campagna elettorale sudcoreana ha fatto presagire una posizione ben più dura del suo predecessore, Moon Jae-in, nei confronti dei cugini separati del Nord. E' quindi nei fatti un ulteriore inasprimento del clima tra le due metà della Penisola coreana.

Seoul oggi ha ribadito la richiesta a Pyongyang di smetterla con le provocazioni. «Il nostro governo e la comunità internazionale hanno mantenuto la posizione che la Corea del Nord dovrebbe interrompere tutti gli atti che accrescono la tensione, compreso il progresso delle sue capacità nucleari, e tornare al tavolo negoziale», ha affermato un funzionario del ministero dell'Unificazione, secondo l'agenzia di stampa Yonhap.

L'uniforme bianca di Kim, però, racconta un'altra cosa. Il leader nordcoreano, in anni recenti, ha preferito indossare più spesso la divisa nera del Partito dei lavoratori coreani, caratterizzandosi come capo civile del paese. Invece l'uniforme bianca è quella di gran maresciallo, come segnalano le vistose spalline.

La divisa bianca fu indossata da Kim Il Sung nella parata della vittoria di luglio 1953, che seguì la firma dell'armistizio che pose fine ai combattimenti della guerra di Corea iniziata nel 1950. Insomma, il leader ha voluto evidenziare al suo popolo e agli osservatori internazionali il suo ruolo di comandante supremo dell'esercito.

Non è la prima volta che Kim Jong Un tende ad assimilare la sua figura a quella del nonno. Complice una notevole somiglianza fisica, il terzo membro della dinastia suggerisce spesso un'associazione con il fondatore della DPRK più che con il padre, Kim Jong Il, che aveva un'indole molto più introversa tanto che i nordcoreani non ne conoscevano di fatto la voce. Segno, questo, che c'è da attendersi un rafforzamento ulteriore del culto della personalità attorno a un capo, che potrebbe caratterizzarsi sempre meno come il benevolo benefattore della patria e sempre più come un potente capo militare.