2 giugno 2020
Aggiornato 01:30
Stati Uniti

Obama attacca Trump: «Non sa quello che fa»

È la seconda volta negli ultimi giorni che l'ex Presidente americano ha criticato la risposta al coronavirus da parte dell'amministrazione Trump: «Un caotico disastro assoluto»

L'ex Presidente americano, Donald Trump
L'ex Presidente americano, Donald Trump ANSA

NEW YORK - L'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha nuovamente criticato la gestione della crisi del coronavirus da parte del suo successore Donald Trump. Senza mai nominare l'attuale capo della Casa Bianca, in un discorso online a degli studenti universitari, Obama ha affermato che la pandemia ha dimostrato che molti responsabili «non stanno nemmeno fingendo di essere in carica».

È la seconda volta negli ultimi giorni che Obama ha criticato la risposta al coronavirus da parte dell'amministrazione Trump. Ha detto che è stata «un caotico disastro assoluto» durante una videoconferenza privata trapelata la scorsa settimana.

Carenze nella leadership del Paese

Nel suo discorso agli studenti di diversi college e università storicamente neri, Obama ha detto che l'epidemia di Covid-19 ha messo in luce le carenze nella leadership del Paese.

«Più di ogni altra cosa questa pandemia ha completamente e finalmente strappato il sipario sull'idea che così tanti addetti ai lavori sanno cosa stanno facendo», ha detto. «Molti di loro non stanno nemmeno fingendo di essere al comando», ha aggiunto Barack Obama, secondo la Bbc.

Obama ha anche parlato a lungo dell'impatto che la pandemia sta avendo sulle comunità nere che negli Stati Uniti rappresentano un numero sproporzionato di decessi e ricoveri.

«Una malattia come questa mette in luce le disuguaglianze e gli oneri aggiuntivi che le comunità nere hanno dovuto affrontare storicamente in questo Paese», ha affermato il 44esimo presidente degli Stati Uniti.

Entro week end riaprono quasi tutti gli Stati

Quasi tutti gli stati degli Stati Uniti si stanno preparando ad una qualche forma di riapertura entro la fine di questo fine settimana - 48 stati, esclusi Massachusetts e Connecticut. Allenteranno le restrizioni adottate per tentare di arginare l'epidemia di Covid-19 anche alcuni distretti rurali dello Stato di New York, anche se l'epicentro mondiale del coronavirus - la Grande Mela - è ancora soggetto a restrizioni massime.

Questo accade mentre i diversi Stati sono sottoposti da una parte alle forti pressioni del presidente Donald Trump per riaprire e dall'altra ai «warning» dei principali esperti americani di salute pubblica che paventano il rischio di «gravi conseguenze» in caso di un allentamento non graduale delle restrizioni. Tanto più che secondo un'analisi dell'Ap 41 dei 50 Stati non dispongono del numero di test necessari per evitare un'altra ondata dell'epidemia.

Cuomo: 157 morti, 22.400 in totale

Roma, 16 mag. - Il governatore dello Stato di York Andrew Cuomo ha annunciato che ricoveri ospedalieri e nuovi casi di coronavirus continuano a seguire una curva discendente nel suo briefing quotidiano con la stampa ad Albany. Cuomo ha aggiunto che altre 157 persone sono morte di Covid-19 nelle ultime 24 ore nel suo Stato, facendo salire il bilancio complessivo a oltre 22.400 decessi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal