7 dicembre 2019
Aggiornato 00:00

Impeachment, Trump non parteciperà alle audizioni alla Camera

Il presidente repubblicano è nell'occhio del ciclone per la sua richiesta all'Ucraina di indagare su Joe Biden, uno dei suoi potenziali oppositori alle elezioni presidenziali del 2020

Il Presidente americano, Donald Trump
Il Presidente americano, Donald Trump ANSA

WASHINGTON - La Casa Bianca non parteciperà mercoledì all'audizione della Camera dei rappresentanti che segna l'inizio di una nuova fase della procedura di impeachment contro Donald Trump, ma si riserva la possibilità di farlo in seguito: lo ha annunciato il legale della presidenza Usa. La Commissione della Camera Usa, che questa settimana inizia le discussioni per l'eventuale impeachment del presidente, aveva invitato Trump a partecipare ai lavori, di persona o tramite i suoi avvocati, o ponendo domande scritte ai testimoni.

«Per quanto riguarda l'audizione del 4 dicembre, non possiamo legittimamente aspettarci di partecipare, mentre i nomi dei testimoni non sono stati resi pubblici e rimane dubbio che la commissione giudiziaria possa offrire un processo equo», ha detto l'avvocato della Casa Bianca, Pat Cipollone, in una lettera inviata al democratico Jerry Nadler, che presiede la commissione. «Ma se siete davvero determinati a supervisionare un processo equo in futuro, potremmo prendere in considerazione la partecipazione» come risultato del vostro lavoro, ha aggiunto l'avvocato, denunciando «profonde carenze procedurali» che violano i diritti di Donald Trump.

Il presidente repubblicano è nell'occhio del ciclone per la sua richiesta all'Ucraina di indagare su Joe Biden, uno dei suoi potenziali oppositori alle elezioni presidenziali del 2020. L'opposizione democratica lo accusa di avere abusato dei suoi poteri per sostenere la sua campagna di rielezione, compreso il congelamento di quasi 400 milioni di dollari in aiuti militari a questo paese in guerra con la Russia. Per due mesi, la Commissione intelligence della Camera dei rappresentanti ha condotto le indagini, ascoltando una quindicina di testimoni. Adesso la Commissione si appresta a passare il dossier alla Commissione giudiziaria che dovrà determinare se le accuse contro il presidente sono abbastanza gravi da giustificare la sua incriminazione. Per dare il via al suo lavoro, mercoledì la commissione audirà pubblicamente quattro esperti di diritto costituzionale.