21 novembre 2019
Aggiornato 00:00
Stati Uniti

Trump indaga su centinaia di email inviate a Hillary Clinton

In particolare si indaga su informazioni potenzialmente sensibili inviate all'email personale della Clinton. Lo rileva il Washington Post

Donald Trump e Hillary Clinton
Donald Trump e Hillary Clinton ANSA

NEW YORK - L'amministrazione Trump sta indagando sulle email di decine di funzionari attuali o passati del Dipartimento di Stato inviate all'email privata dell'allora segretario di Stato Hillary Clinton. Una decisione che rinnova la polemica delle presidenziali 2016. Lo rivela il Washington Post. Almeno 130 funzionari sono stati contattati nelle ultime settimane e sono stati informati che le email inviate anche anni fa sono state definite come «classificate» in maniera retroattiva e adesso costituiscono possibili violazioni della sicurezza, secondo una delle lettere lette dal WP.

Si indaga su info inviate all'email personale della Clinton

In particolare si indaga su informazioni potenzialmente sensibili inviate all'email personale della Clinton. I primi contatti con i funzionari sono iniziati 18 mesi fa, dopo l'elezione di Trump alla presidenza, poi sono scemati per ritornare pressanti ad agosto. «Non ha niente a che fare con chi sta alla Casa Bianca», ha dichiarato un funzionario del Dipartimento di stato, che ha parlato in forma anonima. L'uso dell'indirizzo personale da parte di Hillary Clinton era stata già sotto indagine da parte del Dipartimento, dell'Fbi e del Congresso. Clinton non era stata accusata di infrazione alla legge ma l'Fbi era stata attaccata per aver diffuso l'indagine. Secondo una fonte vicina al dossier, le indagini servono ai Repubblicani per «mantenere la questione delle email della Clinton in vita».

Interrogati alcuni funzionari

Tra i responsabili interrogati e contattati ci sono anche ambasciatori e funzionari di alto grado che si occupano della politica Usa in Medio Oriente, Asia e Europa. Nelle email visionate dal Wp non ci sarebbero prove di informazioni sensibili. In uno dei casi un ex funzionario è stato interrogato su decine di messaggi risalenti al 2009 quando era in dotazione il BlackBerrys ai dipendenti statali, telefono non consentiva di inviare messaggi classificati e quindi questi materiali venivano inviati in «mail normali».

Trump a elettori: «Democrats vogliono togliervi tutto»

«Ciò che sta accadendo è la più grande truffa della storia politica americana. I democratici voglio portarvi via le armi, l'assicurazione sanitaria, la libertà, le vostre scelte. Vogliono togliervi tutto. Non possiamo permettere mai che questo accada. Sto combattendo affinché ciò non avvenga». Così il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un video pubblicato su Twitter in merito all'impeachment.