21 novembre 2019
Aggiornato 12:00
Francia

Macron all'angolo sceglie la linea dura: arrestato leader dei gilet gialli

Eric Drouet, già rinviato a giudizio per aver portato un’arma a una precedente manifestazione, è stato detenuto mentre si stava recando sugli Champs-Elysees

Il presidente francese Emmanuel Macron
Il presidente francese Emmanuel Macron ANSA/EPA

PARIGI - Uno dei leader della protesta francese dei gilet gialli è stato arrestato dalla polizia nella serata di ieri per organizzazione di manifestazione non autorizzata, un segnale che le autorità di Parigi hanno scelto la linea dura contro il movimento. Eric Drouet, già rinviato a giudizio per aver portato un’arma a una precedente manifestazione, è stato detenuto mentre si stava recando sugli Champs-Elysees, l’avenue parigina teatro di violenti scontri da oltre un mese a questa parte.

Processato il 5 giugno

«Si chiama rispetto dello stato di diritto» ha detto il ministro dell’economia Bruno Le Maire, difendendo l’arresto che ha provocato le critiche della sinistra all’opposizione. «E’ normale che se infrangi le leggi della repubblica paghi le conseguenze» ha aggiunto. Drouet, che ieri è stato filmato mentre veniva caricato su un cellulare della polizia attorniato da decine di agenti in tenuta antisommossa, era già stato arrestato per aver portato un bastone a una manifestazione. Verrà processato il 5 giugno per «porto di un’arma proibita di categoria D», ha detto all’Afp una fonte giudiziaria.

Il movimento contro Macron

Qualche decina di dimostranti si erano riuniti ieri sera davanti a un McDonald’s nei pressi dell’Arc de Triomphe in attesa dell’arrivo di Drouet. Il camionista, che è il portavoce televisivo dei gilet gialli, aveva indetto la manifestazione su Facebook. Le proteste dei gilet gialli, così detti per i giubbetti catarifrangenti che indossano, sono cominciate e novembre nella Francia rurale contro l’aumento delle tasse sui carburanti e si sono trasformate in un ampio movimento contro il presidente Emmanuel Macron. I manifestanti, che hanno ripetutamente violato le leggi che prevedono un’autorizzazione preventiva per le dimostrazioni, si sono scontrati regolarmente con la polizia a Parigi e in altre città francesi.

Melenchon: «Abuso di potere»

Il leader della sinistra radicale Jean-Luc Melenchon, feroce critico di Macron, ha twittato: «Eric Drouet arrestato di nuovo, perché? Abuso di potere. Una polizia politicizzata prende di mira i leader del movimento dei gilet gialli». Un commentatore del canale news BFM, Bruno Jeudy, ha detto che l’arresto rischia di fare di Drouet un «martire» nel momento in cui il movimento di protesta sembra aver esaurito la sua spinta. Solo duecento persone si sono fatte vive sugli Champs-Elysees a Capodanno per l’ultima manifestazione indetta dal movimento. A metà dicembre, dopo settimane di violenze, Macron ha abolito gli aumenti delle tasse sui carburanti accogliendo le richieste dei manifestanti e promesso più denaro per i salari minimi e sgravi fiscali per i pensionati.