18 luglio 2019
Aggiornato 06:00
Russiagate

Trump vs Comey, duello infinito

Il Presidente americano lo ha definito un bugiardo, dopo la pubblicazione del verbale di un'audizione parlamentare dell'ex direttore dell'FBI

L'ex Direttore dell'FBI, James Comey
L'ex Direttore dell'FBI, James Comey ANSA

NEW YORK - Donald Trump se l'è di nuovo presa con James Comey, definendolo un bugiardo, dopo la pubblicazione del verbale di un'audizione parlamentare dell'ex direttore dell'Fbi, che ha difeso il suo operato nell'inchiesta speciale sulla Russia.
«James Comey, il re delle fughe di notizie, deve aver stabilito il record di colui il quale ha mentito di più al Congresso in una sola giornata», ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, «La sua audizione di venerdì è stata completamente falsa!».

AUDIZIONE PARLAMENTARE - James Comey è stato ascoltato dai membri delle due commissioni della Camera dei Rappresentanti due giorni fa, per oltre sei ore, sulla sua gestione di due inchieste durante le elezioni presidenziali americane del 2016: quella sui sospetti di collusione tra Mosca e lo staff della campagna di Donald Trump e quella sull'utilizzo della candidata democratica Hillary Clinton di una casella e-mail privata.

«SMEMORATO» - Insoddisfatto sulla condotta di queste due inchieste, Trump aveva dato il benservito a Comey nel maggio 2017, aprendo la strada alla nomina del procuratore speciale Robert Mueller per farsi carico del dossier sulle ingerenze russe. Il presidente americano sembra essersi informato sul contenuto preciso del verbale di questa audizione, perchè afferma che «245 volte, l'ex direttore dell'Fbi James Comey ha risposto agli inquirenti della Camera dei Rappresentanti che non sapeva, non ricordava o non riusciva a ricordare ciò che gli è stato chiesto».