Esteri | La saga dei Le Pen

Fuori Jean-Marie, nuovo nome al Front: la nuova era di Marine Le Pen

Marine Le Pen, al terzo mandato, cambia nome al Front National. Dopo aver cacciato il padre Jean-Marie

Marine Le Pen
Marine Le Pen (EPA/THIBAULT VANDERMERSCH)

PARIGI - Marine Le Pen, unica candidata per la sua successione, è stata rieletta senza sorprese alla presidenza del Front National, con il 100% delle preferenze espresse, dopo un voto per corrispondenza i cui risultati sono stati proclamati oggi al congresso del partito a Lilla. Le Pen, 49 anni, ottiene così un terzo mandato come capo del partito, dopo essere succeduta al padre nel 2011, e per il quale proporrà oggi un nuovo nome. Lo scrutinio ha accertato la presenza del 2,87% di schede bianche o nulle.

Ma non era un'elezioni come un'altra, questa, per Marine Le Pen. Al contrario, si può dire che segnasse uno spartiacque per il partito fondato dal padre Jean Marie, che non a caso, proprio mentre la figlia tornava a essere presidente, è stato messo ufficialmente alla porta. Gli iscritti al FN hanno infatti approvato il nuovo statuto che sopprime il suo incarico di presidente onorario durante il Congresso a Lilla con il 79,7% dei voti (20,2% contrari). Jean-Marie Le Pen, che ha presieduto il partito per 39 anni, dal 1972 al 2011, era già stato espulso dal Front National nel 2015 dalla presidente Marine Le Pen a seguito delle ripetute polemiche sull'Olocausto.

Tagliare i ponti
Un modo per tagliare i ponti con il passato e inaugurare una nuova era, dopo che le elezioni che hanno eletto Emmanuel Macron hanno sì sancito il successo del Front National, ma hanno anche messo in evidenza il pezzo di strada che manca per fare del Front una forza politica di governo. E per segnare questo spartiacque, i militanti del Front national si sono pronunciati al 52% a favore di un cambio di nome del partito. Lo ha annunciato davanti al congresso dell'Fn Sebastien Chenu, portavoce. «Accogliamo questo risultato quale è», ha commentato Chenu davanti ai congressisti. La cifra è conforme alla «piccola maggioranza» già annunciata ai giornalisti dalla presidente dell'Fn Marine Le Pen giovedì. Ma il padre Jean-Marie Le Pen, co-fondatore del partito, aveva ieri messo in dubbio questo risultato. Un questionario è stato inviato in autunno ai 51.000 aderenti. I risultati erano attesi inizialmente per gennaio. Circa 30.000 aderenti vi hanno risposto.

Rassemblement national
E a fronte di questo risultato, nella giornata di chiusura del 16esimo congresso del Front National, Marine Le Pen ha proposto di ribattezzare il partito di estrema destra da lei presieduto con «Rassemblement national», recidendo così definitivamente il cordone che la legava al padre Jean-Marie che l'aveva fondato nel 1972. «Vi chiedo adesso di portare a termine il percorso di rinnovamento per il quale mi avete eletta, che è la condizione del nostro successo», ha dichiarato Marine Le Pen nel suo discorso conclusivo a Lille. Il nuovo nome sarà sottoposto al voto per posta dei militanti, il cui esito sarà reso noto tra circa sei settimane. 

(fonte afp)