5 giugno 2020
Aggiornato 07:30
Dopo l'espulsione decretata oggi

Francia, Jean-Marie Le Pen vuole riprendersi il Front National

Espulso ieri dal partito da lui fondato, Jean-Marie Le Pen, ha escluso, in un'intervista alla radio Europe 1, di voler fondare un nuovo partito e ha invitato coloro che sono dalla sua parte a non abbandonare il Front National, quando mancano pochi mesi alle regionali di dicembre in Francia

PARIGI (askanews) - Espulso ieri dal partito da lui fondato, Jean-Marie Le Pen, ha escluso, in un'intervista alla radio Europe 1, di voler fondare un nuovo partito e ha invitato coloro che sono dalla sua parte a non abbandonare il Front National, quando mancano pochi mesi alle regionali di dicembre in Francia.

Appello agli elettori
«Rivolgo un appello agli elettori del Front National per dire loro soprattutto di non dividersi, di restare dove sono, di non dimettersi. Abbiamo l'ambizione di riconquistare il nostro partito, il nostro movimento», ha detto il leader dell'estrema destra francese, fondatore del Fn, suo leader per 40 anni e ieri espulso a seguito di una procedura disciplinare richiesta dalla figlia Marine, che ne ha preso le redini nel 2011.

Continua la lotta generazionale
Jean-Marie Le Pen, 84 anni, ha definito questa decisione dell'esecutivo del Fn un «simulacro». A suo parere, la figlia Marine «comandava da lontano al telefono il plotone d'esecuzione». «Non ha ucciso direttamente suo padre, ma l'ha fatto uccidere dai suoi sbirri», ha proseguito. «Sono io il Front national, il Front national è casa mia», ha affermato, aggiungendo di voler fare ricorso contro la sua espulsione. (fonte afp)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal