10 dicembre 2018
Aggiornato 03:00

«Putin List», tutto quello che c'è da sapere sulla lista nera del Tesoro USA

Il Tesoro Usa ha presentato la lista nera che contiene 210 nomi russi da sanzionare, ma Trump ha stabilito di non applicare nuove sanzioni
Il presidente russo Vladimir Putin e quello americano Donald Trump
Il presidente russo Vladimir Putin e quello americano Donald Trump (ANSA)

MOSCA - Il Tesoro degli Stati Uniti ha presentato al Congresso il cosiddetto «rapporto del Cremlino», ossia la Putin List che contiene 210 nomi che potrebbero essere presto sanzionati: 114 dei più importanti funzionari russi e dirigenti di società statali, nonché 96 oligarchi russi. C'è un po di tutto, da diretti discendenti dello scrittore Lev Tolstoj a miliardari che con Vladimir Putin hanno poco o niente a che fare. Il Cremlino ha parlato di mossa «senza precedenti». Il portavoce presidenziale Dmitry Peskov ha sottolineato che tutti quelli che compaiono nella lista "sono definiti nemici degli Stati Uniti", ha detto, riferendosi al titolo del documento.

La reazione prudente del Cremllno
 Il Cremlino ha reagito con prudenza alla pubblicazione da parte di Washington di una lista di alleati del presidente Vladimir Putin che potrebbero essere sanzionati dagli Usa, affermando di volerla "analizzare" prima di trarre conclusioni, piuttosto che «cedere alle emozioni». «Dobbiamo innanzitutto analizzare la lista, questa pubblicazione è senza precedenti» ha detto in conferenza stampa il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. «Non è la prima volta che subiamo manifestazioni di aggressività ai nostri danni, per questo non dobbiamo cedere alle emozioni, dobbiamo innanzitutto capire e poi formuleremo la nostra posizione» ha dichiarato. La pubblicazione del cosiddetto «rapporto Cremlino», o «Putin List» degli Stati Uniti non è qualcosa di nuovo, ma l'applicazione di una «legge approvata sei mesi fa»: Mosca e Washington «devono andare avanti, non guardare al passato», l'ambasciatore americano in Russia John Huntsman.

L' ironia di Putin
«Il cane abbaia, la carovana va». Vladimir Putin ha commentato la lista con un proverbio, scherzando Il presidente russo sull'assenza del suo nome nella lista e ha detto: dobbiamo pensare di più a noi stessi, occuparci della nostra economia, agricoltura, assistenza sanitaria, istruzione, difesa. Lo riporta Gazeta.ru. «E poi alla fine, si giungerà alla conclusione che non ha senso formulare alcuna sanzione», ha detto Putin.Secondo lui, bisogna seguire la regola ben nota: «Il cane abbaia, la carovana va», ossia seguire la propria strada. O per dirla con Dante, non ti curar di lor ma guarda e passa.  Dal canto suo il premier Dmitry Medvedev ha sottolineato che oltre alle persone presenti nella lista, non ci sono «altri interlocutori» per gli USA.

Ma Trump non vuole altre sanzioni
Ma il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha stabilito che, per raggiungere obiettivi efficaci, basta la sola minaccia. Il Presidente ha deciso di non attuare nuove sanzioni contro la Russia perché la legge approvata lo scorso anno, che autorizza nuove penalità per le interferenze di Mosca nelle ultime presidenziali statunitensi, già «serve come deterrente». La Casa Bianca ha informato il Congresso di questa decisione. Un portavoce del dipartimento di Stato ha detto che la sola possibilità, per individui e società, di essere sanzionati dalla legge, la Countering America's Adversaries Through Sanctions Act (Caatsa), è servita come contromisura efficace; la legge, secondo Washington, ha già colpito le società russe e i loro affari. Si tratta della stessa legge che ha previsto la compilazione della cosiddetta 'Putin List', che contiene 114 politici e 96 oligarchi, molti dei quali vicini al presidente Vladimir Putin, che potrebbero essere sanzionati. La legge permette a Trump di posticipare le sanzioni su persone o entità che dimostrino di aver largamente diminuito o eliminato le transazioni con i settori di difesa e intelligence della Russia. La legge è stata firmata da Trump nell'agosto scorso, nonostante l'avesse criticata; la norma era stata passata quasi all'unanimità dal Congresso in risposta alle interferenze russe nelle elezioni presidenziali statunitensi.

Ecco la lista.

Appendice A: Elenco delle principali figure politiche Amministrazione del Presidente
1. Anton Vaino. 2. Alexey Gromov. 3. Sergey Kirienko. 4. Magomedsalam Magomedov. 5. Vladimir Ostroenko. 6. Dmitry Peskov. 7. Vladislav Chinayev 8. Andrey Belousov. 9. Larisa Brycheva 10. Vladislav Surkov 11. Igor Levitin 12. Vladimir Kozhin 13. Yuri Ushakov 14. Andrei Fursenko 15. Nikolay Tsukanov 16. Konstantin Chuychenko . 17. Eugene Shkolov . 18. Igor Schegolev . 19. Alexander Bedritsky 20. Sergey Glazyev 21. Sergey Grigorov 22. Herman Klimenko 23. Anton Kobyakov 24. Alexandra Levitskaya 25. Vladimir Tolstoy 26. Mikhail Fedotov 27. Veniamin Yakovlev 28. Arthur Muraviev 29. Harry Minh 30. Mikhail Krotov 31. Anna Kuznetsova 32. Boris Titov 33. Mikhail Babich 34. Alexander Beglov 35. Oleg Belaventsev 36. Alexey Gordeev 37. Sergey Moyajlo 38. Yuri Trutnev 39. Vladimir Ustinov 40. Igor Kholmanskikh 41. Alexander Manjosin 42. Vladimir Chernov 43. Oleg Govorun

Il governo
44. Dmitry Medvedev 45. Igor Shuvalov 46. Sergey Prikhodko 47. Alexander Khloponin 48. Vitaly Mutko 49. Arkady Dvorkovich 50. Olga Golodets 51. Dmitry Kozak 52. Dmitry Rogozin 53. Mikhail Abyzov 54. Alexander Tkachev 55. Vladimir Puchkov 56. Nikolay Nikiforov 57. Mikhail Men 58. Vladimir Medinsky 59. Sergey Shoigu 60. Maxim Oreshkin 61. Olga Vasilyeva 62. Alexander Novak 63. Alexander Galushka 64. Anton Siluanov 65. Sergey Lavrov 66. Veronica Skvortsova 67. Denis Manturov 68. Vladimir Kolokoltsev 69. Alexander Konovalov 70. Maxim Topilin 71. Sergey Donskoy 72. Lev Kuznetsov 73. Pavel Kolobkov 74. Maxim Sokolov

Altri leader politici di alto livello
75. Valentina Matvienko 76. Sergei Naryshkin 77. Vyacheslav Volodin 78. Sergey Ivanov 79. Nikolay Patrushev 80. Vladimir Bulavin 81. Valery Gerasimov 82. Igor Korobov 83. Rashid Nurgaliyev 84. Georgiy Poltavchenko 85. Sergei Sobyanin 86. Yury Chaika 87. Alexander Bastrykin 88. Viktor Zolotov 89. Dmitry Kochnev 90. Alexander Bortnikov 91. Andrei Artizov 92. Yuri Chikhanchin 93. Alexander Linets 94. Alexander Kolpakov 95. Valery Tikhonov 96. Alexey Miller 97. Igor Sechin 98. German Gref 99. Oleg Belozerov 100. Andrey Kostin 101. Sergey Chemezov 102. Oleg Budargin 103. Boris Kovalchuk 104. Alexey Likhachev 105. Nikolai Tokarev 106. Andrei Akimov 107. Nail Maganov 108. Vitaly Saveliev 109. Andrei Shishkin 110. Yuri Slyusar 111. Nikolay Shulginov 112. Sergey Gorkov 113. Sergey Ivanov, Jr. 114. Roman Dashkov 

 Appendice B: elenco di oligarchi
1. Alexander Abramov 2. Roman Abramovich 3. Araz Agalarov 4. Farhat Akhmetov 5. Vagit Alekperov 6. Igor Altushkin 7. Alexey Ananiev 8. Dmitry Ananyev 9. Vasily Anisimov 10. Roman Avdeev 11. Peter Avin 12. Elena Baturina 13. Alexei Bogachev 14. Vladimir Bogdanov 15. Leonid Boguslavsky 16. Andrei Bokarev 17. Oleg Boyko 18. Nikolay Buynov 19. Oleg Deripaska 20. Alexander Dzhaparidze 21. Leonid Fedun 22. Gleb Fetisov 23. Mikhail Fridman 24. Alexander Frolov 25. Filaret Galchev 26. Sergey Galitsky 27. Valentin Gapontsev 28. Sergey Gordeev 29. Andrey Guryev 30. Yury Gushchin 31. Mikhail Gutseriev 32. Sait-Salam Gutseriev 33. Zarah Iliev 34. Dmitry Mason 35. Vyacheslav Kantor 36. Samvel Karapetyan 37. Evgenij Kaspersky 38. Sergey Katsiev 39. Suleiman Kerimov 40. Igor Kesaev 41. Danil Khachaturov 42. Herman Khan 43. Victor Kharitonin 44. Alexander Klyachin 45. Petr Kondrashev 46. Andrei Kosogov 47. Yuri Kovalchuk 48. Andrei Kozitsyn 49. Alexey Kuzmichev 50. Leo Kvetnoy 51. Vladimir Lisin 52. Anatoly Lomakin 53. Ziyavudin Magomedov 54. Igor Makarov 55. Iskander Makhmudov 56. Alexander Mamut 57. Andrey Melnichenko 58. Leonid Mikhelson 59. Yuri Milner 60. Boris Mints 61. Andrei Molchanov 62. Alexei Mordashov 63. Vadim Moshkovich 64. Alexander Nesis 65. God Nisanov 66. Alexander Ponomarenko 67. Sergei Popov 68. Vladimir Potanin 69. Mikhail Prokhorov 70. Dmitry Pumpyansky 71. Megdet Rahimkulov 72. Andrei Rappoport 73. Victor Rashnikov 74. Arkady Rothenberg 75. Boris Rothenberg 76. Dmitrii Rybolovlev 77. Airat Shaimiev 78. Radik Shaimiev 79. Kiril Shamalov 80. Yury Shefler 81. Albert Shigabutdinov 82. Mikail Shishkhanov 83. Leonid Simanovsky 84. Andrei Skoch 85. Alexander Skorobogatko 86. Rustem Sultyev 87. Alexander Svetakov 88. Gennady Timchenko 89. Oleg Tinkov 90. Roman Trotsenko 91. Alisher Usmanov 92. Viktor Vekselberg 93. Arkady Volozh 94. Vadim Yakunin 95. Vladimir Evtushenkov 96. Gabriel Yushvayev