12 aprile 2021
Aggiornato 08:00
Amercan first

Trump contro la Cina su brevetti: proteggeremo i lavoratori Usa

Il presidente americano Donald Trump ha firmato un memorandum che permette di iniziare una indagine sugli effettivi furti di brevetti degli Stati Uniti da parte della Cina

NEW YORK - «Proteggiamo le proprietà intellettuali e il lavoro degli americani, i nostri lavoratori e le nostre innovazioni, le innovazioni del nostro magnifico paese. Washington non ha fatto nulla in questi anni contro la Cina» e altri Stati che «cercando di rubare le nostre proprietà». Lo ha detto da Washington il presidente americano, Donald Trump, firmando un memorandum che permette di iniziare una indagine sugli effettivi furti di brevetti degli Stati Uniti da parte della Cina. «Questo è quello che ho promesso nella campagna elettorale e questo è quello che sto facendo da presidente. Ed è solo l'inizio», ha detto Trump. Diversi analisti sostengono che il braccio di ferro con la Cina possa essere pericoloso per Trump e la sua amministrazione e possa condurre a una guerra economica.

I tentativi (falliti) di Obama
Già l'amministrazione Obama aveva cercato di fare qualcosa sulla questione, senza tuttavia raggiungere un risultato. L'ex presidente aveva infatti iniziato una discussione con il presidente Xi Jinping sulla questione. Adesso lo studio commissionato da Trump potrebbe durare più di un anno: solo a quel punto Washington potrà stabilire sanzioni contro la Cina. La decisione di Trump arriva a poche ore da quando Pechino ha deciso di imporre alla Corea del Nord sanzioni contro il suo programma nucleare.