29 luglio 2021
Aggiornato 18:00
Telegramma al neo-eletto 45esimo presidente americano

Putin a Trump: Russia pronta a fare la sua parte per migliorare le relazioni con gli Usa

Vladimir Putin è stato il primo leader mondiale a congratularsi con Donald Trump per la sua vittoria. E ha auspicato un miglioramento delle relazioni tra le due potenze

MOSCA - Vladimir Putin ha inviato un telegramma di congratulazioni a Donald Trump, eletto 45esimo presidente degli Stati Uniti, augurandogli «successo nell'attività di grande responsabilità che è la presidenza». Il capo dello Stato russo, il primo leader internazionale a congratularsi, ha espresso la speranza di «lavorare assieme alla ricerca di risposte efficaci alle sfide poste dai problemi di sicurezza globale». Lo riporta l'ufficio stampa del del Cremlino.

Gli auguri di Putin
Nel telegramma di auguri, Putin ha espresso la speranza di lavorare assieme alla nuova amministrazione americana «per risollevare le relazioni Russia-Usa dallo stato di crisi in cui si trovano» e per affrontare «le questioni urgenti dell'agenda internazionale e la ricerca di risposte efficaci alle sfide di sicurezza globali».

Le affermazioni di Trump
Trump durante la campagna elettorale ha più volte affermato di voler riallacciare il dialogo con il Cremlino e di contare sulla Russia anche in chiave anti-Isis. Il miliardario che oggi ha vinto le presidenziali ha anche detto di considerare Putin un leader migliore rispetto ad Obama. Parole graditissime ovviamente all'uomo forte russo, che durante la campagna elettorale ha smentito con forza qualsiasi ingerenza, a cominciare dagli attacchi hacker. «Si comporta in maniera stravagante, e allora? Lui semplicemente rappresenta gli interessi della gente semplice» e di chi è stanco delle vecchie élite, aveva detto di recente Putin, commentando la candidatura di Trump.

Fare la sua parte
La Russia è «pronta a fare la sua parte» per ristabilire le relazioni con gli Stati Uniti dopo la vittoria di Donald Trump alle elezioni americane. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, nel corso di una cerimonia diplomatica al Cremlino: «Sappiamo che sarà un cammino difficile - ha affermato Putin - ma siamo pronti a fare la nostra parte e a fare tutto il possibile per tornare a un rapporto con gli Usa che proceda sulla traiettoria dello sviluppo» nonostante l'attuale deterioramento.