21 marzo 2019
Aggiornato 08:00
Dopo la Brexit, una Turkentry?

Brexit, Erdogan: facciamo anche noi un referendum, ma per entrare in Ue

Per il presidente Tayyp Recep Erdogan, i cittadini turchi potrebbero esprimersi sulla continuazione del lungo processo di adesione della Turchia all'Ue in un referendum in stile Brexit

ISTANBUL - I cittadini turchi potrebbero esprimersi sulla continuazione del lungo processo di adesione della Turchia all'Unione europea in un referendum in stile Brexit. E' questa l'idea avanzata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan che ha criticato l'atteggiamento di Bruxelles e le lungaggini nell'apertura dei nuovi capitoli negoziali e sulla facilitazione dei visti.

Il referendum che vuole Erdogan
«Possiamo interpellare i cittadini come stanno facendo in Gran Bretagna - ha detto nel corso di un discorso nella tarda serata di ieri, citato dall'agenzia Anadolu - Potremmo chiedere 'Dovremmo proseguire i negoziati con l'Unione europea, o dovremmo chiuderli?' Se le persone dovessero dire 'continuiamo' allora proseguiremmo».

Le accuse all'Ue
Erdogan ha accusato l'Ue di non voler accettare la Turchia come stato membro perché è «un Paese a maggioranza musulmana». Il capo di stato turco ha sottolineato che una membrship era stata promessa ad Ankara già nel 1963, ma 53 anni dopo non è ancora accaduto nulla: «Perché state rimandando?».

Turchia protagonista della Brexit
Nel corso della campagna sulla Brexit sia il fronte pro che quello contro hanno usato la carta della Turchia e il primo ministro britannico David Cameron ha dichiarato che l'adesione turca all'Ue non potrebbe avvenire prima del 3.000. La dichiarazione ha provocato le ire di Ankara.

(Fonte Askanews)