6 ottobre 2022
Aggiornato 02:00
Del 7 gennaio 2015

Hollande apre le commemorazioni della strage di Charlie Hebdo

Il presidente francese François Hollande ha dato il via questa mattina alle cerimonie di commemorazione della strage presso la rivista Charlie Hebdo del 7 gennaio scorso

PARIGI - Il presidente francese François Hollande ha dato il via questa mattina alle cerimonie di commemorazione della strage presso la rivista Charlie Hebdo del 7 gennaio scorso. In compagnia del sindaco di Parigi Anne Hidlago, Hollande ha svelato una targa presso la sede del giornale e un'altra sul luogo in cui nei pressi della redazione era stato ucciso un poliziotto. Una terza targa si troverà presso il supermercato cacher nell'est della capitale oggetto di un attacco il 9 gennaio.

Alla memoria delle vittime
Accompagnato anche dal Primo ministro Manuel Valls, Hollande ha svelato una terza targa nei pressi del supermercato casher dell'Est di Parigi, bersaglio il 9 gennaio di un altro attacco perpetrato da un terzo jihadista, Amedy Coulibaly, che ha ucciso tre clienti e un commesso ebreo. La targa rende omaggio «alla memoria delle vittime dell'attentato antisemita del 9 gennaio 2015». Le brevi cerimonie, scandite da minuti di silenzio, si sono tentute alla presenza delle famiglie delle vittime.

I nomi
Le tre targhe recano tutte i nomi delle vittime degli attacchi del gennaio 2015 in cui hanno perso la vita 17 persone: oltre ai morti della strage di Charlie Hebdo e del supermercato casher, era stata uccisa anche una poliziotta da Coulibaly l'8 gennaio a Montrouge, a Sud di Parigi. Una targa alla sua memoria sarà svelata sul posto sabato.

Le celebrazioni
Queste commemorazioni culmineranno domenica sulla place de la République con una manifestazione dedicata ai 17 morti di gennaio ma anche alle 130 vittime degli attacchi del 13 novembre. Una quercia di 10 metri di altezza, «albero del ricordo», sarà piantata per l'occasione in mezzo alla piazza, divenuta da un anno il luogo simbolo degli omaggi alle vittime. Il cantante Johnny Hallyday, accompagnato da un chitarrista, interpreterà una canzone «Un dimanche de janvier» (una domenica di gennaio) per ricordare la mobilitazione di circa 4 milioni di francesi l'11 gennaio 2015 nelle marce contro il terrorismo.

(Con fonte Askanews)