16 novembre 2019
Aggiornato 02:30
'Agire in risposta' a possibile violazione risoluzione Onu

Iran: Usa, Gb, Francia, Germania denunciano all'Onu un test missilistico

Stati Uniti, Francia, Germania e Regno unito hanno chiesto ieri al Comitato per le sanzioni dell'Onu di indagare su un recente test missilistico compiuto dall'Iran, che questi Paesi considerano una palese violazione di una risoluzione delle Nazioni Unite

ROMA - Stati Uniti, Francia, Germania e Regno unito hanno chiesto ieri al Comitato per le sanzioni dell'Onu di indagare su un recente test missilistico compiuto dall'Iran, che questi Paesi considerano una palese violazione di una risoluzione delle Nazioni Unite. L'Iran aveva annunciato l'11 ottobre di avere compiuto un test su un nuovo missile, senza tuttavia fornire ulteriori precisazioni

Violazione
Il Comitato dovrà determinare, in particolare, se l'Iran ha violato la risoluzione 1929 del Consiglio di sicurezza, risalente al 2010. I quattro paesi hanno denunciato una «grave violazione del paragrafo 9» della risoluzione, chiedendo al Comitato di «agire in maniera appropriata in risposta» a questa violazione. Il paragrafo in questione vieta a Teheran di condurre attività legate a missili balistici con capacità nucleari.

Nuove sanzioni?
Nuove sanzioni dell'Onu contro Teheran sarebbero però improbabili, secondo alcune fonti diplomatiche, dato lo storico accordo nucleare siglato a luglio tra la Repubblica islamica e il Gruppo 5+1 (Stati uniti, Russia, Cina, Regno Unito, Francia e Germania). Per sanzionare l'Iran servirebbe inoltre anche il consenso di Mosca e Pechino che, viceversa, sono in grado di bloccare qualsiasi decisione, utilizzando il loro diritto di veto in qualità di membri permanenti del Consiglio di sicurezza.

(Con fonte Askanews)