20 settembre 2019
Aggiornato 09:04
Se la crisi a Calais dovesse aggravarsi

Immigrati, l'Eurotunnel chiuderà i battenti (di notte)?

Secondo il Telegraph, Londra e Parigi potrebbero decidere la chiusura notturna del tunnel della Manica se la crisi dei migranti a Calais dovesse aggravarsi

CALAIS (askanews) - Londra e Parigi potrebbero decidere la chiusura notturna del tunnel della Manica se la crisi dei migranti a Calais dovesse aggravarsi. E' quanto riporta oggi il quotidiano Telegraph, all'indomani dell'arresto nel Kent di un migrante sudanese riuscito ad attraversare a piedi l'intera tratta del tunnel dalla Francia al Regno Unito.

Chiudere i tunnel?
Il governo ha chiesto un parere legale su quella che fonti di Whitehall hanno definito «l'opzione atomica», ossia chiudere il tunnel ai treni merci e ai treni passeggeri durante la notte. «Abbiamo valutato e continueremo a valutare tutte le possibili iniziative pratiche per migliorare la sicurezza al tunnel della Manica a Coquelles e per scongiurare perdite di vite umane. Diverse misure di sicurezza sono già state adottate e i ministri, sia qui che in Francia, tengono sotto costante controllo la situazione», ha detto un portavoce del governo britannico.

Tutte le opzioni sul tavolo
Il sudanese arrestato ieri è stato il primo ad esser riuscito ad attraversare a piedi il tunnel, eludendo i controlli e le 400 telecamere di sorveglianza. Sono migliaia i migranti che ogni notte cercando di attraversare la Manica e dallo scorso giugno almeno nove di loro sono rimasti uccisi. Al momento i due governi hanno deciso di non ricorrere alla chiusura notturna del tunnel dopo che l'azienda che lo gestisce, Eurotunnel, ha volontariamente optato per una riduzione dei servizi durante l'orario notturno. Tuttavia l'opzione potrebbe «tornare sul tavolo» qualora la crisi si aggravasse.