3 marzo 2024
Aggiornato 02:30
La crisi ucraina

Putin: «Forze Kiev bombardano le città come i nazisti»

L'ha affermato oggi il presidente russo Vladimir Putin, parlando ai giovani riuniti nel forum Seliger 2014: «E' triste, ma questo ricorda gli eventi della seconda guerra mondiale, quando gli occupanti della Germania nazista circondavano le nostre città, come Leningrado, e direttamente bombardavano le città e i loro abitanti. L'Ucraina non dovrebbe aver paura di diventare una federazione».

MOSCA - Il modo in cui le forze di Kiev stanno bombardando le città controllate dai separatisti filorussi nell'est dell'Ucraina ricorda le tattiche usate dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. L'ha affermato oggi il presidente russo Vladimir Putin, parlando ai giovani riuniti nel forum Seliger 2014.
«E' triste, ma questo ricorda gli eventi della seconda guerra mondiale, quando gli occupanti della Germania nazista circondavano le nostre città, come Leningrado, e direttamente bombardavano le città e i loro abitanti», ha affermato il presidente russo, secondo quanto riferisce il canale televisivo Russia Today.

ERRORE COLOSSALE - Putin ha anche definito un «colossale errore che costerà molte vite umane» la scelta dei comandi ucraini di non negoziare un'evacuazione sicura per le loro forze bloccate in località dell'Ucraina orientale circondate dai separatisti filorussi.
Secondo Putin, la leadership di Kiev s'è dimostrata incapace di tenere la situazione sotto controllo. «La posizione dei nostri partner mi pare chiara: sì ci saranno dei negoziati, ma nello stesso tempo noi abbiamo bisogno di permettere alle forze ucraine di sparare un po' e forse così metteranno la situazione sotto controllo», ha ironizzato il leader del Cremlino.
Invece, Putin dice che si dovrebbe prendere atto che i tentativi di risolvere la crisi con la forza sono falliti e che è «necessario far sì che le autorità ucraine inizino negoziati e non su questioni tecniche...ma sulle questioni di sostanza», che riguardano la vita della gente che vive nelle regioni di Donetsk e Lugansk.

IPOTESI FEDERAZIONE - L'Ucraina non dovrebbe aver paura di diventare una federazione. «I nostri partner ucraini sono così preoccupati della federalizzazione per qualche ragione. E' una loro scelta, naturalmente, e non ci inseriremo. Ma il mondo è pieno di paesi federali», ha detto Putin.
«Il punto - ha aggiunto - è consentire che persone le quali vivono in territori diversi e hanno significative idiosincrasie di vivere una vita piena». Il leader del Cremlino ha ricordato che esistono diversi paesi federali: gli Stati uniti, il Brasile, la Germania, oltre naturalmente alla Russia.