16 ottobre 2019
Aggiornato 23:30
Germania

A Berlino vetrine infrante per ricordare la «Notte dei cristalli»

Decine di negozi berlinesi commemoreranno il 9 novembre i 75 anni della «Notte dei cristalli», il grande linciaggio di massa perpetrato dai nazisti nel 1938, applicando sulle vetrine una pellicola che crea l'effetto del vetro infranto

BERLINO - Decine di negozi berlinesi commemoreranno il 9 novembre i 75 anni della «Notte dei cristalli», il grande linciaggio di massa perpetrato dai nazisti nel 1938, applicando sulle vetrine una pellicola che crea l'effetto del vetro infranto. Più di un centinaio di negozi della capitale tedesca avrebbero aderito all'iniziativa che si terrà il prossimo fine settimana. In particolare saranno i commercianti delle vie turistiche della città come il Kurfuerstendamm e quelli dell'Hackesche Markt a ricordare gli orrori commessi dai nazisti in quella lunga notte del 9 novembre 1938.

90 EBREI ASSASSINATI - Durante il terribile pogrom più di 7.000 negozi di ebrei furono dati alle fiamme o distrutti insieme a decine di sinagoghe. Almeno 90 ebrei morirono assassinati o per le conseguenze di questi atti vandalici mentre 30.000 furono arrestati e poi internati nei campi di concentramento già approntati dai nazisti in Germania.
Per gli storici, con questa azione i nazisti vollero testare la reazione dell'opinione pubblica tedesca di fronte ad una radicalizzazione della violenza antisemita. Il pretesto di questo pogrom fu la morte del diplomatico tedesco Ernst von Rath, a Parigi, aggredito da uno studente ebreo, Herschel Grynszpan, che voleva vendicare l'espulsione della sua famiglia dalla Germania.