7 luglio 2020
Aggiornato 10:00
Relazioni internazionali | Crisi mediorientale

Parigi: Frasi Ahmadinejad su Israele inaccettabili

Il Presidente iraniano ha paragonato lo stato ebraico a un tumore. Dura condanna anche dagli Stati Uniti

PARIGI - Parigi ha bollato come «scandalose» e «totalmente inaccettabili» le dichiarazioni del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, che precedentemente aveva paragonato Israele a un «tumore maligno». Lo ha affermato il vice portavoce del ministero degli Esteri francese.
«Abbiamo letto le nuove provocazioni del signor Ahmadinejad. Condanniamo con fermezza le dichiarazioni oltraggiose e totalmente inaccettabili e ricordiamo che non ammetteremo mai che il diritto di Israele a vivere in pace sia messa in discussione», ha detto il portavoce in un comunicato stampa.

Casa Bianca: «scioccanti e odiose» frasi Ahmadinejad su Israele - La Casa Bianca ha definito «scioccanti» e «odiose» le dichiarazioni del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, che aveva paragonato Israele a un «tumore canceroso».
«Condanniamo energicamente le dichiarazioni scioccanti e riprovevoli di alti responsabili iraniani nei confronti di Israele», ha dichiarato il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale (Nsc), Tommy Vietor, chiamando contemporaneamente in causa Teheran per il suo sostegno al regime del presidente siriano Bashar al Assad.