22 luglio 2019
Aggiornato 20:00
Una scelta che ha suscitato forti proteste oggi in Israele

Israele, ultraortodossi in piazza con la stella di David

«E' scioccante e terrificante», ha detto il ministro della Difesa Ehud Barak. «Condanno nella maniera più dura quest'uso dei simboli della Shoah. E' inammissibile. Mette in pericolo la memoria del Shoah e i valori fondamentali dell'ebraismo», ha aggiunto Avner Shalev, direttore dello Yad Vashem

GERUSALEMME - Gli ultraortodossi israeliani hanno manifestato ieri a Gerusalemme contro gli «attacchi dei media», esponendo anche la stella gialla di David, simbolo dell'Olocausto. Una scelta che ha suscitato forti proteste oggi in Israele.
«E' scioccante e terrificante», ha detto il ministro della Difesa Ehud Barak. «Condanno nella maniera più dura quest'uso dei simboli della Shoah. E' inammissibile. Mette in pericolo la memoria del Shoah e i valori fondamentali dell'ebraismo», ha aggiunto Avner Shalev, direttore dello Yad Vashem.

Diverse centinaia di ebrei ultraortodossi hanno manifestato ieri contro i media, definiti ostili nei loro confronti. Da settimane, la stampa riferisce delle discriminazioni subite dalle donne nelle comunità degli ultraortodossi ebrei, suscitando forti proteste nel Paese. Oggi, tutti i quotidiani israeliani hanno pubblicato fotografie della manifestazioni di ieri, mettendo in primo piano i dimostranti con le uniformi dei campi di concentramento e la stella gialla di David, tra cui anche bambini.