28 novembre 2020
Aggiornato 21:00
A Tel Aviv e in altre otto città del paese

Israele, l'appello degli indignados: sabato «manifestazione di massa»

All'indomani dell'approvazione di una nuova legge sulla casa: «Il popolo chiede giustizia sociale»

GERUSALEMME - Gli indignados israeliani hanno lanciato oggi un appello per una «manifestazione di massa» sabato sera a Tel Aviv e in altre città del Paese.
«Tutti quelli che sono coinvolti in questa protesta hanno lanciato un appello per una manifestazione di massa sabato sera a Tel Aviv e in altre città contro il governo», ha detto alla France presse uno dei leader del movimento, Stav Shafir. Sabato scorso, circa 150.000 persone hanno sfilato per le strade di Tel Aviv e di altre città israeliane al grido «il popolo chiede giustizia sociale».

«Dall'inizio della protesta delle tende, tre settimane fa, il governo non ci ascolta, per questo dobbiamo rafforzare il movimento - ha aggiunto Shafir - speriamo in una partecipazione più massiccia di quella della scorsa settimana». La protesta è scoppiata a metà luglio, quando i dimostranti che denunciano il carovita hanno piantato centinaia di tende lungo Via Rothschild, in una zona ricca di Tel Aviv.

L'appello è stato lanciato all'indomani dell'approvazione in Parlamento di una nuova legge sulla casa, contestata dal movimento perchè favorirebbe la costruzione di alloggi di lusso piuttosto che di abitazioni a prezzi contenuti. I dimostranti stanno anche redigendo un documento da presentare al governo, in cui verranno presentate le rivendicazioni del movimento nei settori della casa, ma anche del welfare, dell'istruzione, della salute e della politica economica.