18 luglio 2019
Aggiornato 06:30
Gran Bretagna

Il Parlamento accusa Scotland Yard, oggi Cameron ai Comuni

Dichiarazione del Premier sugli sviluppi dello scandalo intercettazioni

LONDRA - La Commissione parlamentare degli Affari interni ha accusato Scotland Yard di aver accumulato una «serie di fallimenti» nell'indagine sulle intercettazioni che ha travolto il tabloid News of the World, del gruppo News International. I parlamentari hanno anche criticato «i tentativi deliberati» dell'azienda di «ostacolare le indagini».

Oggi sulla vicenda interverrà il premier David Cameron, con una dichiarazione alla Camera dei Comuni prima del dibattito dell'aula sugli ultimi sviluppo della vicenda.

«C'è stata una serie di fallimenti della polizia e di tentativi deliberati di News International di ostacolare le varie indagini», hanno scritto i parlamentari in un rapporto. Gli 11 deputati hanno quindi bollato come «molto scarsa» la prima indagine condotta dalla polizia sulla vicenda nel 2005-2006. Ieri, la Commissione degli Affari interni ha ascoltato i vertici di Scotland Yard, tra cui il numero uno, Sir Paul Stephenson, e il numero due, John Yates, costretti alle dimissioni nei giorni scorsi.

Sempre ieri, il fondatore del gruppo News Corp, Rupert Murdoch, è stato invece ascoltato, insieme al figlio James, dalla Commissione Cultura, Media e Sport.