13 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Gran Bretagna

Scandalo intercettazioni: assolta Rebekah Brooks

L'ex collega Andy Coulson, ex direttore della comunicazione del premier britannico David Cameron ed ex direttore del tabloid, è stato invece riconosciuto colpevole di aver preordinato le intercettazioni illegali sui telefoni di personaggi famosi. Intanto Scotland Yard vuole sentire Rupert Murdoch.

LONDRA - L'ex «regina dei tabloid» inglesi, Rebekah Brooks, è stata assolta da tutte le accuse mosse contro di lei nel processo per intercettazioni illegali nato dallo scandalo del 2011 che portò alla chiusura della testata News of the World di Rupert Murdoch. L'ex collega Andy Coulson, ex direttore della comunicazione del premier britannico David Cameron ed ex direttore del tabloid, è stato invece riconosciuto colpevole di aver preordinato le intercettazioni illegali sui telefoni di personaggi famosi.

Scotland Yard vuole ascoltare Rupert Murdoch
Scotland Yard ha ufficialmente comunicato al magnate dei media Rupert Murdoch che i suoi detective vogliono interrogarlo come sospetto nell'ambito delle indagini sullo scandalo intercettazioni che nel 2011 portò alla chiusura di «News of the World», testata di News International a sua volta parte della galassia Murdoch. Lo riporta in esclusiva il Guardian, secondo cui i detective avrebbero contattato l'uomo a capo di News Corp l'anno scorso per fargli delle domande ma accolsero la richiesta dei suoi legali affinché si attendesse la fine del relativo processo.
La sentenza significa che la società inglese controllata da Murdoch rischia una multa, il suo proprietario rischia altre azioni legali da parte delle presunte vittime delle intercettazioni.
L'interrogatorio di Murdoch dovrebbe verificarsi nel Regno Uniti nel prossimo futuro. Anche il figlio James, che all'epoca dei fatti era presidente esecutivo di News International, potrebbe essere sentito.