28 maggio 2020
Aggiornato 20:30
Di fronte ai preoccupanti dati dei sondaggi

Cambio di strategia per Obama

Si torna allo stile delle elezioni 2008. Ci saranno meno interviste e maggior contatto con il pubblico

NEW YORK - Anche se non lo ha annunciato formalmente, la Casa Bianca ha modificato la sua strategia di comunicazione, ritornando allo stile che due anni fa ha decretato il successo della campagna elettorale di Barack Obama. Di fronte ai preoccupanti dati dei sondaggi e in vista delle elezioni di novembre è un cambio evidentemente necessario.

In particolare, lo staff di Obama teme che il presidente sia stato troppo esposto ai media durante il suo primo anno, e d'ora in poi i suoi incontri con i media saranno meno frequenti e molto più mirati. Il focus sarà invece sul rapporto con il pubblico, una delle carte vincenti durante le elezioni del 2008 e un terreno su cui Obama è un fuoriclasse. Si moltiplicheranno quindi gli incontri pubblici in tutto il paese e anche i forum di discussione come quello recentemente avvenuti su YouTube.

La Casa Bianca pensa inoltre di mostrare i denti e di rispondere più rapidamente e direttamente alle critiche e, in particolare a quelle che sono percepite come false informazioni. Non a caso si sono moltiplicati i profili Twitter di agenzie del governo e di membri dello staff di Obama, tra cui quello appena aperto dal portavoce Robert Gibbs.

Un funzionario del governo ha detto che il punto centrale della strategia è fare uso del tempo presidenziale in modo più efficiente e strategico. Del resto dall'inizio dell'anno Obama ha concesso solo 10 interviste, e tutte, eccetto una , con giornalisti di altissimo profilo che non coprono la Casa Bianca regolarmente. Nel primo anno di presidenza Obama ha dato 161 interviste, oltre il triplo di quelle di George W. Bush nel suo primo anno.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal