23 gennaio 2020
Aggiornato 03:30
Il Regno Unito è il Paese più colpito dal virus

Da British e Virgin stop imbarco turisti malati

Le autorità inglesi hanno predisposto un servizio di assistenza telefonica e via internet per i cittadini

LONDRA - La British Airways e la Virgin Atlantic, le due principali compagnie aeree britanniche, hanno deciso di vietare l'imbarco, negli aeroporti principali del Paese, compreso lo scalo londinese di Heathrow, ai turisti sospettati di essere affetti dal virus A/H1N1 dell'influenza suina che nel Regno Unito ha provocato 29 decessi.

Lo riporta l'edizione domenicale del Times online precisando che in caso di dubbi il personale ai banchi dei check-in di British Airways e Virgin Atlantic potrà avvalersi della collaborazione di personale medico specializzato.

Le autorità sanitarie del Regno Unito, di gran lunga il più colpito dal virus in Europa, due giorni fa hanno avvertito che nella peggiore delle ipotesi l'A/H1N1 potrebbe uccidere fino a 65mila persone solo nel Paese.

Oltre ai 29 morti, nel Regno Unito si contano 53 persone in terapia intensiva. Il ministero della Salute nelle ultime ore ha riferito di 55mila nuovi contagi e più di 650 persone ricoverate in ospedale. Le autorità hanno predisposto un servizio di assistenza telefonica e via internet per i cittadini e hanno ordinato 132 milioni dosi di vaccino, una quantità sufficiente per due iniezioni per ogni cittadino. Il comitato di emergenza del governo, Cobra, si sta riunendo tre volte a settimana per fronteggiare una eventuale estensione dell'epidemia.