Crisi, la ricetta di Davide Casaleggio : «Dobbiamo puntare a una crescita a doppia cifra»

Davide Casaleggio, il figlio del fondatore del Movimento 5 stelle, è intervenuto a Rapallo al Convegno dei Giovani di Confindustria per spiegare la sua ricetta per la crescita economica

RAPALLO - «Si ragiona sulla crescita dello zero virgola, ma penso che dobbiamo cominciare a pensare alla doppia cifra». Lo ha detto Davide Casaleggio, nel suo intervento al Convegno dei Giovani di Confindustria a Rapallo, aggiugendo che è «Tramite l'innovazione che possiamo crescere oltre lo zero virgola e lo si può fare tramite ricerca e sviluppo». L'inefficienza della burocrazia, inoltre, ha spiegato il figlio di Gianroberto Casaleggio, ideologo e co-fondatore con Beppe Grillo del M5s, al suo debutto davanti a una platea di Confindustria, costa all'Italia 2 punti di Pil, circa 30 miliardi di euro. «Se le migliori esperienze venissero trasferite in tutto il Paese - ha spiegato - l'Italia già guadagnerebbe 2 punti di Pil provocati dall'inefficienza della burocrazia». Casaleggio ha incontrato a rapallo il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il leader degli under 40 dell'associazione,Alessio Rossi. Allo scambio di battute era presente anche il viceministro dell'Economia, Enrico Morando.