23 luglio 2019
Aggiornato 05:00
Automotive

Elkann: «Ferrari ancora pił uniche con tecnologia e cambiamento»

Il Presidente del Cavallino: «Uno guarda all'elettrico e alla guida autonoma come un problema, noi in Ferrari la vediamo come una grande opportunitą»

John Elkann, Presidente Ferrari
John Elkann, Presidente Ferrari ANSA

BOLOGNA - L'auto elettrica e quella a guida autonoma sono viste come «un problema» da molte case automobilistiche. Ma «noi in Ferrari la vediamo come una grande opportunità». Lo ha detto il presidente John Elkann, alla graduation della Bologna Businnes School. Mondo dell'auto sta vivendo un momento straordinario per i suoi cambiamenti - ha detto Elkann -. E' un momento affascinante che ci sta modificando» anche come costruttori. «Uno guarda all'elettrico e alla guida autonoma come un problema, noi in Ferrari la vediamo come una grande opportunità».

Tecnologia e cambiamento

«Le straordinarie macchine che facciamo» in un futuro in cui ci saranno sempre più auto a guida autonoma o elettriche «saranno ancora più uniche - ha proseguito il presidente del Cavallino -. Le nostre auto sono uniche e come tali vengono riconosciute in tutto il mondo: più ci sarà tecnologia e cambiamenti» e più saranno riconosciute nel mondo «se continueremo a essere quello che siamo e lo realizzeremo».

Contano prossimi risultati non successi ottenuti

«I tanti successi che abbiamo avuto negli anni non contano niente, la cosa importante è quello che si deve ancora ottenere». Ricordando il fondatore Enzo Ferrari, così il presidente di Fca e Ferrari, John Elkann si è rivolto ai 560 giovani che hanno concluso i master universitari ed executive della Bologna Business School nel giorno della graduation.

Arte e tecnologia

«La Ferrari - ha spiegato nel suo intervento Elkann - nasce in questo territorio» dell'Emilia-Romagna «grazie a una persona straordinaria» che «90 anni ha creato la scuderia e poi 70 anni fa la società a Maranello». Un'azienda che «da allora riesce e continua a creare le auto più belle del mondo». Lo fa coniugando due aspetti importanti: «saper conciliare arte e tecnologia, artigianato e robotica, altissima prestazione e al tempo stesso enorme sensibilità ad altri aspetti. Questa - ha proseguito il presidente del Cavallino - è una forza molto difficile che Ferrari è in grado di combinare per fare questo prodotto straordinario e fare sì che tutto il mondo possa conoscerlo».

Le parole di Enzo Ferrari

«Fare prodotti bellissimi - ha concluso Elkann - è molto difficile come fare prodotti ad altissima prestazione. Ma come diceva il nostro fondatore: la macchina più bella è quella che deve ancora essere costruita. Bisogna ricordare sempre che c'è ancora moltissimo da fare: tutti i successi avuti non contano niente, quello importante è quello che c'è ancora ottenere».