18 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

Via le multe e le cartelle Equitalia: il governo inizia così

L'ok alla legge di bilancio spostata «entro il 20 ottobre». Lunedì il Cdm approverà però il dl fiscale: ecco quali cartelle saranno cancellate

Lettere Equitalia
Lettere Equitalia (Ciro Fusco | ANSA)

ROMA - Lunedì il Consiglio dei ministri approverà il dl fiscale, la legge di bilancio sarà invece approvata nei giorni successivi entro il termine del 20 ottobre. Lo ha riferito il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a Trento, «smentendo» così il Movimento 5 stelle che nelle scorse ore aveva annunciato l'intenzione del governo di approvare decreto e manovra insieme nella giornata di lunedì. Entro il 15 l'esecutivo dovrà comunque inviare a Bruxelles il Documento programmatico di bilancio (Dpb) che contiene le previsioni macroeconomiche, l'obiettivo di saldo di bilancio per le amministrazioni pubbliche, le proiezioni delle principali voci di entrata e di spesa e la descrizione e la quantificazione delle misure inserite nella manovra di bilancio.

I motivi del «blitz» sul dl fiscale
Troppe tensioni ancora, anche nella maggioranza, nel tentativo di tracciare una strada solida verso l'approvazione della legge di bilancio, con il Mef ancora al lavoro per trovare le coperture necessarie. Da qui l'accelerata sul decreto fiscale all'interno del quale sarà inserito uno «strappa-cartelle» automatico che porterà alla cancellazione di tutti i debiti, fino a mille euro, affidati alla riscossione dal 2000 al 2010. Addio, quindi, anche a multe stradali e bolli auto non pagati.

Come funzionerà lo «strappa-cartelle»
L’ultima bozza circolata prevede la cancellazione di tutti i debiti fino a mille euro (importo che deve comprendere capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni) affidati alla riscossione dal 2000 al 2010. Il contribuente, per vedersi cancellati tutti i debiti nei confronti della ex Equitalia, di fatto non dovrà fare nulla: saranno direttamente gli agenti della riscossione a procedere alla cancellazione entro la fine del 2018. Si stima che circa un quarto di tutte le cartelle ex Equitalia saranno così «distrutte».

Quali debiti saranno cancellati
Non saranno cancellati solo i debiti tributari, come Ici, tassa dei rifiuti o bollo auto: anche le multe stradali faranno la stessa fine. Attenzione, però: il testo prevede che non saranno restituite le somme già versate prima della data di entrata in vigore del decreto. Data di entrata, quindi, in vigore che farà da spartiacque anche per definire il valore dei mille euro in base al quale si procederà alla cancellazione automatica.