16 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
Auto

Torna Milano AutoClassica, il salone delle macchine d'epoca

Inaugurata ieri la settima edizione della fiera che ospita oltre duemila vetture dei marchi più prestigiosi. A far sognare il pubblico è soprattutto la regina Ferrari 250 Gto

MILANO – Ha aperto i battenti ieri Milano AutoClassica, un'ampia mostra mercato che propone oltre duemila auto d'epoca per un valore commerciale di circa 150 milioni di euro nata per valorizzare la memoria storica dei brand automobilistici in gran parte presenti con i loro modelli più rappresentativi ed affiancati dalle proposte più attuali. Si tratta di una straordinaria gamma di prodotti che vede la partecipazione di oltre 350 aziende espositrici tra case automobilistiche, società commerciali e selezionate aziende di ricambi. Presenti all'interno di Milano Autoclassica sia auto storiche che nuovi modelli per tutti gli appassionati dell'automotive: si parte dal gruppo Fca con la divisione heritage presente con i marchi Abarth Classiche, Alfa Romeo Classiche, Fiat Classiche, Lancia Classiche insieme ai modelli stradali più recenti come Bentley, Ferrari Classiche, Infiniti, Lamborghini, Lotus, Maserati, McLaren, Morgan, Porsche Classic Partner Milano Est e Tesla. Per i più appassionati fans della Formula 1 grazie a Musei Ferrari è esposta anche la monoposto F1 126 Ck del 1980.

Obiettivo sulla Rossa
Regina del Salone sarà la Ferrari 250 Gto, classe 1962, dove il numero 250 indica la cilindrata di ciascun cilindro in centimetri cubi e Gto sta per Gran Turismo Omologata, una sigla che è da sempre garanzia di una delle vetture più belle e desiderate al mondo. Il valore del modello è attualmente stimato in 42 milioni di euro. L’esemplare esposto a dare il benvenuto al pubblico di Milano AutoClassica, che proviene direttamente da Londra, è una delle vetture su cui la Ferrari ha testato e sviluppato il progetto 250 Gto prima della sua consegna al team Nart con il quale Phil Hill e Olivier Gendebien hanno ottenuto il secondo posto assoluto e il primo di classe nella 12 Ore di Sebring del 1962. È stata la prima Gto a partecipare ufficialmente ad una gara ed ha avuto, in seguito, una ricca storia di successi. Spinta da un motore V12 da 300 Cv raggiunge la velocità massima di 280 km/h, per un’esperienza di guida davvero indimenticabile. Nel settantesimo anniversario della casa, Ferrari sceglie Milano AutoClassica come unico salone europeo dedicato alle vetture storiche a cui partecipa quest’anno presenziando con il dipartimento Ferrari Classiche, appositamente istituito per offrire servizi di restauro e manutenzione, certificazione di autenticità e attestato per vetture di interesse storico ai possessori di Ferrari classiche. L’allestimento in grande stile riproduce l’officina di Maranello con un parterre di vetture da sogno in esposizione, tra cui la indiscussa regina.

(da fonte Askanews)