14 novembre 2019
Aggiornato 16:30
libia paese strategico

Eni, Descalzi: quote Zohr e Mozambico prime dismissioni

La Libia resta un paese strategico per Eni. Piano cessioni da 7 mld in 2016-19

LONDRA - Versalis "non è strategica nella compagnia che Eni vuole essere", una oil and gas company. Lo ha detto l'ad di Eni, Claudio Descalzi spiegando, in occasione della presentazione del Piano 2016-2019 agli analisti, che "Versalis è migliorata e noi siamo contenti di Versalis. Non è strategica nella compagnia che vogliamo essere e vogliamo ridurre la quota. Siamo in trattative e non posso dire quale quota dei 7 miliardi di dismissioni è" quella di Versalis. "Lo sveleremo presto", ha concluso.

La Libia resta un paese strategico per Eni. "E' un paese core per noi - ha aggiunto Descalzi -.  Produciamo 250mila barili al giorno e ha un grande potenziale sulle riserve che abbiamo scoperto e possiamo raddoppiare la nostra produzione di gas. Stiamo riducendo gli investimenti. Siamo lì, è ancora chiaramente un paese strategico per noi». Le quote che Eni ha nell'area 4 in Mozambico, pari al 50%, e il 100% di Zhor "sono troppe" ed "saranno le prime due possibili risposte per le dismissioni». Sul Mozambico Descalzi ha aggiunto "che stiamo lavorando e stiamo andando molto bene".