22 agosto 2019
Aggiornato 15:00
Federconsumatori e Adusbef contro il governo

L. Stabilità, Se scattano le clausole di salvaguardia ci costeranno 955 euro a famiglia

L'aumento dell'Iva e delle accise si trasformerebbe in un aggravio di circa mille euro l'anno per i nuclei familiari di tre persone. Un incubo che gli italiani non possono permettersi

ROMA (askanews) - Se dovessero scattare le clausole di salvaguardia sui conti pubblici, con l'aumento dell'Iva e delle accise, una famiglia di tre persone si troverebbe con un aggravio di circa 955 euro all'anno. Lo stimano Adusbef e Federconsumatori, che invitano il Governo ad impegnarsi perché ciò non avvenga con la prossima legge di Stabilità.

No all'aumento dell'Iva e delle accise, sì alla lotta all'evasione
«Gli aumenti dell'Iva e delle accise sono, tra l'altro, un'arma a doppio taglio: non è detto, infatti, che determinerebbero le entrate previste. Già in passato, in occasione di tali aumenti, la contrazione dei consumi è stata tale da annullare, o comunque ridimensionare nettamente, gli effetti stimati - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef -. Per questo è indispensabile che il Governo agisca con prontezza e responsabilità, reperendo le risorse attraverso l'eliminazione di sprechi e privilegi ed il potenziamento della lotta all'evasione fiscale».