20 aprile 2021
Aggiornato 18:00
La Guardia di Finanza ha messo fine al malcostume di Siracusa e Foggia

Siracusa: Dr. House lavora al bar

La Guardia di Finanza di Siracusa ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a 22 dipendenti dell'Asp n. 8, coinvolti nell'operazione antiassenteismo «Doctor House» che, nel settembre del 2014, aveva già permesso di richiedere per 19 degli indagati, la misura dell'interdizione dai pubblici uffici, successivamente applicata per 9 di essi.

PALERMO (ASKANEWS) - La Guardia di Finanza di Siracusa ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari a 22 dipendenti dell'Asp n. 8, coinvolti nell'operazione antiassenteismo «Doctor House» che, nel settembre del 2014, aveva già permesso di richiedere per 19 degli indagati, la misura dell'interdizione dai pubblici uffici, successivamente applicata per 9 di essi.

SIRACUSANI IN PALESTRA E AL BAR DURANTE L'ORARIO DI LAVORO - Con l'ausilio di telecamere collocate all'ingresso dell'ex Ospedale Neuropsichiatrico Provinciale di Siracusa, i finanzieri hanno accertato come diversi dipendenti si siano assentati arbitrariamente dal posto di lavoro. Gli impiegati, a piccoli gruppi, si mettevano d'accordo tra loro affinchè uno timbrasse i badge magnetici degli altri, consentendo a questi di arrivare in ritardo, di andare via in anticipo dal posto di lavoro, ovvero di uscire per dedicarsi a faccende personali. Qualcuno trascorreva il proprio tempo al bar, altri passeggiavano per le vie dello shopping insieme ai colleghi, altri si recavano al mercato ed altri ancora a svolgere attività sportive. Ai dipendenti sono stati contestati i reati di falso, di truffa aggravata ai danni dell'Ente Pubblico e di false attestazioni o certificazioni.

ASSENTEISMO ANCHE A FOGGIA - Non va meglio in altre regioni d'Italia. Anche altrove, infatti, i lavoratori in ufficio non c'erano mai, ma grazie alla collaborazione di qualche collega riuscivano sempre a timbrare il badge in orario facendo risultare la loro presenza sul luogo di lavoro. I carabinieri di Foggia hanno messo fine a questo malcostume in alcuni uffici della Provincia, arrestando quattro dipendenti con l'accusa di truffa aggravata. Ecco i nomi degli indagati: Margherita Gargiulo, 66 anni, Giuseppina Carucci, 55, Filippo Formiglia, 34 e Michele Piserchia, 46 anni. Tutti sono finiti ai domiciliari.