6 dicembre 2019
Aggiornato 06:00
Il progetto dell'architetto Pia esempio di simbiosi perfetta tra uomo e natura

25 Verde, una casa con gli alberi nel cuore di Torino

È un palazzo che cresce, respira e cambia nel tempo perché i suoi terrazzi accolgono 150 alberi ad alto fusto, e altri 40 sono ospitati nella corte giardino. Un modo di vivere green, ma che protegge anche da smog e rumore

TORINO - Una casa-bosco, nel cuore pulsante di Torino. Il 25 Verde è un edificio speciale, che sorge a pochi passi dal parco del Valentino, il più grande polmone della città. È un palazzo che cresce, respira e cambia nel tempo perché i suoi terrazzi accolgono 150 alberi ad alto fusto; altri 40 sono ospitati nella corte giardino. Le facciate sono protette da una parete ventilata realizzata con scandole in larice e i listelli di legno massello che pavimentano i grandi terrazzi filtrano i raggi del sole in estate, mentre in inverno permettono alla luce di attraversare le vetrate degli alloggi. 25 Verde ospita 63 appartamenti, tutti diversi tra loro: loft al piano terreno, con soppalco e giardino, appartamenti di media dimensioni tra il primo e il quarto piano, con ampi terrazzi e grandi fioriere in acciao cor-ten, alloggi più ampi con terrazzi e tetti giardino all’ultimo piano. L'idea era proprio quella di portare un pezzo del verde del Valentino in un angolo di città.

TUTTI I BENEFICI DEGLI ALBERI - Un'idea innovativa, sulla falsariga del progetto Bosco Verticale di Stefano Boeri a Milano, che l'architetto torinese Luciano Pia ha progettato per ospitare esseri umani e vegetali, nell'ottica di una simbiosi perfetta. Grazie alla sua struttura asimmetrica, può ospitare alberi e piante di vario genere, il cui compito è senza dubbio regalare un modo di vivere green, ma anche quello di proteggere i residenti da smog e rumore grazie agli alberi. Gli alberi seguono il naturale ciclo delle stagioni, crescono giorno dopo giorno, proteggono dal rumore, creano un microclima ideale all’interno dell’edificio mitigando gli sbalzi di temperatura in estate e in inverno. Producono ossigeno, abbattono le polveri sottili e intrecciandosi con le strutture metalliche «organiche» che sorreggono gli impalcati lignei dei terrazzi convogliano le acque piovane recuperate per l’irrigazione, dando vita a un edificio unico nel suo genere.

EFFICIENZA ENERGETICA ELEVATA - Una struttura dal forte impatto estetico, avveniristico, che pone subito Torino al pari di altre città europee con esempi simili. 25 Verde raccoglie la sfida di coniugare innovazione architettonica, qualità ambientale e prestazioni energetiche: integra in un progetto organico soluzioni tecnologiche efficienti, come l’isolamento «a cappotto», le pareti ventilate, la protezione dall’irraggiamento solare diretto, gli impianti di riscaldamento e raffrescamento con contabilizzazione singola dei consumi, che utilizzano pompe di calore ad acqua di falda.