16 luglio 2024
Aggiornato 14:00
Verso l'EXPO 2015

Imprenditori campani uniti, «Ecco Pizza&Pasta»

Il progetto è stato presentato al meeting della Piccola industria di Confindustria, alla presenza del vicepresidente di Confindustria con delega a Ricerca e innovazione e responsabile del progetto speciale Expo 2015.

NAPOLI - Superare gli individualismi, rafforzarsi grazie alla complementarità, esportare un sistema che unisca prodotto e ristorazione. Questa l'idea che sette imprenditori campani, uniti sotto il marchio «Ecco Pizza&Pasta», hanno sposato nel programmare il loro spazio espositivo nel Padiglione Italia in occasione dell'Expo Milano 2015. Il progetto è stato presentato al meeting della Piccola industria di Confindustria, alla presenza del vicepresidente di Confindustria con delega a Ricerca e innovazione e responsabile del progetto speciale Expo 2015.

STRADA VIRTUOSA - «Napoli in questa vicenda traccia una strada virtuosa per l'industria alimentare dell'intero Paese», ha affermato Giuseppe Esposito, nella sua triplice veste: capofila dell'Ati assieme a Vincenzo Borrelli, amministratore di Sire Ricevimenti d'Autore; presidente della sezione agroalimentare dell'Unione industriali di Napoli; e direttore commerciale di Ep Spa.

SI PUNTA SULL'ESTERO - «Noi metteremo in evidenza quello che si può realizzare concretamente per accrescere, per dimensione e per livello qualitativo, la presenza delle nostre produzioni alimentari all'estero», ha aggiunto. Così, assieme ai cinque imprenditori dei marchi Dolciaria Acquaviva, Olio Basso, Bella Italia, Molino Caputo e Villa Massa, hanno unito le forze per offrire ai visitatori dell'Expo, provenienti da 140 Paesi di tutto il mondo, la possibilità di degustare una serie di pietanze tipiche, di acquistare prodotti dop e igp e di conoscere le eccellenze del paniere agroalimentare. Oltre che l'opportunità di immergersi pienamente nella cultura campana dell'enogastronomia, ricca di competenze, know-how e creatività.

DUE FORNI A LEGNA - Quello dell'Expo sarà solo il punto di partenza per portare a sistema il connubio tra prodotto e ristorazione. Inoltre, nello spazio del Padiglione Italia saranno installati due forni a legna, gli unici di tutto lo spazio.