20 gennaio 2019
Aggiornato 10:00
Trasporto aereo

Alitalia, Etihad Airways ufficializza il suo interesse

RP | Il ministro dei Trasporti Lupi: «Non posso che esprimere soddisfazione per la formalizzazione dell'operazione. È un segnale importante che dimostra che la strada intrapresa dal governo due mesi fa fosse la strada giusta. Seguiremo con attenzione gli sviluppi»

ROMA - La compagnia aerea araba Etihad Airways ha ufficializzato il suo interesse per Alitalia. Lo ha reso noto il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, secondo cui «non posso che esprimere soddisfazione per la formalizzazione dell'interesse di Etihad per Alitalia. È un segnale importante che dimostra che la strada intrapresa dal governo due mesi fa per salvaguardare la strategicità del trasporto aereo per il nostro Paese e della sua compagnia storica fosse la strada giusta. Seguiremo con attenzione gli sviluppi».

GOVERNO HA LAVORATO - Lupi ha proseguito: «Abbiamo lavorato perché i soci privati di Alitalia dimostrassero di credere nel loro investimento impegnandosi in un aumento di capitale che è stato sottoscritto per 225 milioni e si è chiuso con l'ingresso di Poste come importante partner industriale per 75 milioni».

ASSET STRATEGICO PER PAESE - «Ad Alitalia - ha sottolineato il ministro delle Infrastrutture - servono discontinuità, stabilizzazione dell'azionariato e una importante ristrutturazione attraverso un nuovo progetto industriale. La nostra valutazione che Alitalia sia un asset strategico per il Paese, non era senza condizioni; oltre alle garanzie occupazionali serviva una profonda revisione del piano industriale che garantisse alla società prospettive concrete di sviluppo e la possibilità di integrazione in un network globale».

DA ETIHAD CONFERME - «Venuto meno in questo senso il ruolo di Air France - ha aggiunto Lupi - che resta nell'azionariato con una quota minore, è stato possibile per Alitalia muoversi liberamente per la ricerca di un importante partner internazionale. La manifestazione di interesse di Etihad conferma la strategicità del nostro Paese, dell'hub di Roma e di Alitalia per chi voglia competere nei nuovi mercati del trasporto aereo profondamente modificati negli ultimi cinque anni».

ETIHAD, STIAMO NEGOZIANDO - La Etihad Airways di Abu Dhabi ha confermato di essere in trattative con Alitalia su un possibile ingresso nel capitale. «Etihad Airways sta negoziando con Alitalia - ha detto il portavoce del vettore Tom Clarke - al momento non abbiamo altro da dire». Il vettore mediorientale è in piena espansione e detiene già un 29 per cento di Air Berlin, un 40 per cento di Air Seychelles, il 19,9 per cento di Virgin Australia e un 3 per cento dell'irlandese Aer Lingus. Inoltre Etihad ha recentemente ottenuto il via libera delle autorità per rilevare il 24 per cento di Jet Airways in India, e il 49 per cento di Air Serbia.

FT, PROBABILE INIEZIONE 350 MLN - Intanto sul Financial Times è apparso un articolo dove si ipotizza che il vettore mediorientale potrebbe rilevare fino al 49 per cento del capitale Alitalia. Il quotidiano finanziario britannico ha citato due fonti anonime «vicine alla questione», secondo cui è improbabile che un accordo venga raggiunto già oggi ma intanto i negoziati proseguono. Etihad potrebbe rilevare una quota tra il 30 e il 49 per cento di Alitalia, con una iniezione di capitale da 350 milioni di euro.