19 ottobre 2019
Aggiornato 04:30
Banche | Scandalo derivati MPS

È cominciata l'assemblea straordinaria di MPS sull'aumento di capitale, c'è Grillo

Leader dell'M5S ha deleghe di piccoli soci, potrebbe intervenire

SIENA - È cominciata l'assemblea straordinaria di Mps sull'aumento di capitale necessario per beneficiare dei Monti-bond. In sala c'è il leader del movimento Cinque stelle, Beppe Grillo, che ha detto di avere la delega per un centinaio di azioni e potrebbe quindi intervenire. C'è anche Gianpiero Samorì, a capo del del movimento Mir (Moderati in rivoluzione).
In assemblea - ha sottolineato il presidente Alessandro Profumo - è presente il 52,8% del capitale sociale. A oggi, ha spiegato il presidente, la fondazione Mps è il primo azionista della banca col 34,9%; poi ci sono Finamonte (famiglia Aleotti) col 4%, Axa col 3,3%, Unicoop Firenze col 2,7% e Jp Morgan col 2,5%.