3 aprile 2020
Aggiornato 23:30
Riviste le stime dell'OCSE

PIL, Italia maglia nera del G7

Rivisto al ribasso le previsioni sulla crescita economica dell'Italia, stimando una recessione del 2,4 per cento sul Pil 2012 a fronte del meno 1,7 per cento previsto lo scorso maggio. L'unica performance in contrazione, assieme alla Gran Bretagna, tra i paesi del G7

ROMA - L'Ocse ha nuovamente rivisto al ribasso le previsioni sulla crescita economica dell'Italia, stimando una recessione del 2,4 per cento sul Pil 2012 a fronte del meno 1,7 per cento previsto lo scorso maggio. L'unica performance in contrazione, assieme alla Gran Bretagna, tra i paesi del G7, sui cui l'ente parigino ha aggiornato le sue stime di crescita in un rapporto di interim sull'economia. Questo nell'ambito di un generalizzato peggioramento del quadro economico che riflette la perdurante crisi nell'area euro.
Tanto che la Francia registrerà una crescita quasi nulla sul 2012, più 0,1 per cento secondo l'Ocse, e la Germania un limitato più 0,8 per cento. Messe assieme le tre maggiori economie dell'area euro segneranno un complessivo meno 0,2 per cento. Sugli Usa l'Ocse si attende un più 2,3 per cento, sulla Gran Bretagna un meno 0,7 per cento, sul Canada un più 1,9 per cento e sul Giappone un più 2,2 per cento.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal