22 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Giù le frontiere tra interno ed esterno

Arredamento outdoor a Vivi la Casa 2012

L’attenzione degli organizzatori e del pubblico va all’arredo da esterni, settore con buone prospettive di crescita nel quinquennio 2010-2015. La partnership con i vivai Fontana permette di entrare in contatto con le novità più importanti del settore quali l’idrocoltura e il verde verticale

VERONA - Vivi la Casa riscopre la sua anima verde: in linea con le ultime tendenze del mondo dell’arredamento e del design che invitano a vivere gli spazi esterni, la fiera dell’abitare, in programma fino a lunedì 27 febbraio, espone il meglio delle proposte sul tema outdoor (www.vivilacasaweb.it).
Contagiata dallo spirito green del Salone Italiano del Golf, l’unico evento in Italia del settore dedicato a professionisti ed appassionati che si svolge nelle stesse giornate a Veronafiere, Vivi la Casa ha allestito delle zone verdi, riproducendo degli spazi naturali tra i padiglioni 8, 10 e 11.
L’attenzione degli organizzatori nei confronti delle aspettative di questo settore sono giustificate dai dati che confermano prospettive di crescita per il quinquennio 2010-2015. I rilevamenti sull’outdoor proiettano questo incremento a una quota di valore di 130,6 miliardi di dollari, pari a un +3,78% medio annuo; uno sviluppo, quindi, del 33,7% dal 2005 e del 20,4% dal 2010, la voce con la migliore performance di crescita del comparto casa nel suo complesso (fonte SUN, Salone internazionale dell’esterno).

La partnership con i Vivai Fontana permette di entrare nei contenuti dell’outdoor, toccando dal vivo le novità del settore: nel padiglione 10 è stato allestito un green information point dove alcuni tecnici esperti sono a disposizione del pubblico per consulenze gratuite sulla scelta del verde da interno, soluzioni e idee per l’arredamento di spazi aziendali o privati.
La novità più esclusiva è sicuramente la coltivazione senza l’uso della terra, chiamata idrocoltura molto diffusa perchè pratica e pulita, adatta alle piante ornamentali da interni in quanto ne facilita la cura e il mantenimento, garantendone al tempo stesso uno sviluppo rigoglioso e sano.
Nell’epoca della bioarchitettura, il verde verticale costituisce una delle soluzioni più moderne e sostenibili che avvicina l’uomo alla natura, abbattendo la barriera tra interno ed esterno.
Per chi non può rinunciare ad una vita nel verde le proposte di Azzolini e di Expand Home Design sono sicuramente tra le più complete: tavoli, sedie, poltrone, gazebi modulari in bambù e sdraio trasformano il terrazzo in una vera e propria casa nella natura con le stesse comodità dell’arredamento indoor.

La proposta di Vivi la Casa è completata dalle attrezzature, come i barbecue per cucinare all’aperto di Sirio Casa e di Tecna che cuoce anche la pizza e i teloni di Adami per proteggersi dalle intemperie.
Se green è sinonimo di sostenibilità, la legna da ardere della ditta Negretto è una proposta che non poteva mancare nella sezione di una fiera sensibile a questa tematica, come dimostra da anni Vivi la Casa attraverso studi e progetti sull’impatto ambientale.
La mostra «Sostenibile 10… e lode», nel padiglione 8, presenta prodotti edili, impiantistici e di arredamento a basso impatto ambientale, insegnando ai più piccoli, attraverso i laboratori didattici, previsti sabato 25 e domenica 26 febbraio dalle 14.30 alle 18.00 nel padiglione 8, l’uso del colore naturale.