23 maggio 2024
Aggiornato 08:00
Due rassegne con proposte sostenibili e accessibili

Vivi la Casa e il Salone italiano del golf, bilancio positivo

Oltre 40.000 i visitatori per Vivi la Casa e 25.000 per il Salone Italiano del Golf, le due rassegne consumer chiuse ieri che, nel secondo week-end, dal 24 al 27 febbraio, si sono svolte contemporaneamente a Veronafiere

VERONA - Hanno chiuso ieri pomeriggio a Veronafiere, rispettando le attese,Vivi la Casa con oltre 40.000 visitatori e il Salone Italiano del Golf con 25.000.
La formula del doppio week-end (dal 18 al 20 e dal 24 al 27 febbraio) della mostra-mercato dell’abitare è risultata vincente, a detta degli espositori e degli organizzatori della rassegna, in quanto l’acquirente di oggi è maggiormente consapevole.
Grande successo per le soluzioni a basso costo, «chiavi in mano», che sono la testimonianza di come sul mercato possa esistere e resistere un made in Italy accessibile e di qualità.
La varietà delle soluzioni è senza dubbio uno dei punti di forza di Vivi la Casa i cui 190 espositori hanno presentato proposte differenziate in termini di gusti, oltre che di budget: dal classico al moderno, anche le aziende più tradizionali hanno rinnovato il repertorio di modelli e di forme, presentando mobili e cucine sempre in legno, ma dal design fresco e dalle linee naturali, con volumi più leggeri, all’insegna di un’estetica minimale.

L’attenzione alla sostenibilità a Vivi la Casa non è solo un tema di tendenza: Veronafiere da anni è impegnata nella diffusione di questo concetto, puntando a chiarire, attraverso progetti, rassegne e laboratori rivolti ai più piccoli, il vero significato di questo termine, oggi un po’ troppo abusato.
Lo spirito green è stato anche frutto della concomitanza con il Salone Italiano del Golf che si è svolto a Veronafiere nel secondo week-end di Vivi la Casa, dal 24 al 27 febbraio: una manifestazione riconosciuta dalla Federazione Italiana Golf con la quale Veronafiere sta stringendo un accordo nell’ottica di favorire lo sviluppo del prodotto golf.
Uno sport in crescita in quanto rivolto a tutti: questo il messaggio che si è voluto lanciare dal Salone, quest’anno assieme al TeeTime-Golf tourist expo che ha coinvolto strutture ed enti al fine di favorire il binomio, sempre più diffuso all’estero, tra golf e turismo, anche low cost.
Con la prima edizione di Tee Time nasce quindi l’area dedicata all’esposizione di territori, campi da golf e strutture turistiche per l’affermazione di una marca Italia Golf & Turismo. Accolto con entusiasmo da operatori e strutture il momento B2B, il workshop business in campo che con la formula Tee Time si rinnova e diventa permanente.
Oltre 370 studenti, provenienti da tutte le province del Veneto, hanno visitato il Salone nella giornata di oggi, dedicata alle scuole, dimostrando, così, la sempre maggiore accessibilità di questo sport.
Grande successo mediatico per questa iniziativa, grazie agli ospiti che scelgono ogni anno il Salone come punto di riferimento per questa disciplina sportiva.
Sabato mattina Cesare Prandelli, commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, ha puttato sul green, dichiarando dai padiglioni della Fiera di Verona la propria passione per questo sport assieme alla campionessa veronese Veronica Zorzi, ospite fissa della manifestazione.
La Fiera di Verona, attraverso rassegne di qualità e un quartiere fieristico all’avanguardia, produce un indotto significativo per l’economia del territorio, favorendo, anche nella bassa stagione, l’incoming turistico.