22 agosto 2019
Aggiornato 16:31
Record storico del 2008

Energia, Consumatori: Nel 2012 spesa annua a famiglia di 467 euro

Per alleviare questi costi, afferma Federconsumatori, è necessario che il Governo intervenga modificando il meccanismo di sostegno alle fonti rinnovabili, che incide per il 14% sulla bolletta elettrica delle famiglie

ROMA - Bolletta dell'energia salata nel 2012 per le famiglie italiane. Secondo il Centro Ricerche economiche educazione e formazione della Federconsumatori, la spesa annua per una famiglia tipo che consuma 2700 kw/h raggiungerà il record storico del 2008, ossia 467,23 euro annui. Nel 2011 infatti la spesa annua si è attestata a 436,86 euro e l'ulteriore aumento registrato a gennaio 2012 di 22 euro porterà ad una spesa annua di 467,23 euro (ben 31 euro in più rispetto all'anno scorso, pari al +6,9%).

Il sostegno alle fonti rinnovabili arrivi dalla fiscalità generale - Per alleviare questi costi, afferma Federconsumatori, «è necessario che il Governo intervenga modificando il meccanismo di sostegno alle fonti rinnovabili, che incide per il 14% sulla bolletta elettrica delle famiglie. Quest'ultimo, a nostro parere, dovrebbe essere pagato attraverso la fiscalità generale. È assurdo, infatti - prosegue - che le famiglie siano chiamate a pagare per finanziare un miglioramento ambientale, che è di interesse generale, ad esempio in base al numero dei figli e non in base al proprio reddito, come sarebbe più equo». Inoltre «occorre attuare ulteriore pulizia negli oneri di sistema per le voci impropriamente annoverate tra le fonti rinnovabili, come la dismissione delle vecchie centrali nucleari».
Federconsumatori ritiene infine «positivo» l'intervento del Governo sui criteri di accesso al Bonus energia e gas e chiede all'Esecutivo di «convocare le associazioni dei consumatori per apportare modifiche realmente vicine alle esigenze dei cittadini».