2 giugno 2020
Aggiornato 13:30
Dopo oltre 10 giorni di trattativa

Fiat firma con i sindacati il nuovo contratto, senza la Fiom

Le nuove regole partiranno dal 1 gennaio 2012 e saranno valide per tutti gli stabilimenti italiani di Fiat e Fiat Industrial, con circa 86mila dipendenti

TORINO - Dopo oltre 10 giorni di trattativa serrata è giunto in porto il nuovo contratto del Gruppo Fiat. Lo hanno siglato i sindacati metalmeccanici Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri e Capi, giunti all'accordo questa mattina all'Unione Industriale di Torino, senza la Fiom. Le nuove regole partiranno dal 1 gennaio 2012 e saranno valide per tutti gli stabilimenti italiani di Fiat e Fiat Industrial, con circa 86mila dipendenti.
Il nuovo accordo è stato raggiunto sulla base dell'intesa del 29 dicembre 2010 per il nuovo contratto di lavoro dei 4.600 dipendenti dello stabilimento di Pomigliano, che da gennaio 2011 sono stati riassunti dalla Newco.
La Fiom, seduta al tavolo solo per poche ore, al secondo giorno è rimasta fuori gioco, dopo la scelta di non condividere l'accordo del 29 dicembre 2010, punto di partenza del nuovo contratto. Decisione che ha decretato l'isolamento delle tute blu della Cgil da parte delle altre sigle sindacali.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal