24 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
«Bene l'Unione europea sugli Eurobond»

Cicchitto alla Lega: «Necessario un intervento sulle pensioni»

«Necessario per eventuale diminuzione dei tagli agli enti locali». Napoli (Anci): «Sono d'accordo con Cicchitto, tagliare le pensioni»

ROMA - Nuovo monito alla Lega da parte del Pdl. Il capogruppo alla Camera dei Deputati, Fabrizio Cicchitto, ha infatti ribadito: «La Lega deve fare una attenta riflessione visto che siamo tutti di fronte a scelte assai stringenti visto che la situazione economica generale per certi versi si è addirittura aggravata e non da' certamente spazio ad un mutamento dei saldi».
Per questo «l'eventuale diminuzione dei tagli sugli enti locali deve essere per forza accompagnata e bilanciata da un intervento strutturale sulle pensioni, riequilibrando cosi tutta la manovra».

Napoli (Anci): «Sono d'accordo con Cicchitto, tagliare le pensioni» - «La proposta di Cicchitto a Bossi, che è anche la mia, è quella di entrare sul problema pensionistico in modo che quanto più si incassa» da questa voce, quanto più si integrano le risorse degli enti locali. E' quanto ha detto Osvaldo Napoli, parlamentare del Pdl e presidente dell'Anci, intervistato dal Tg3 rispondendo ad una domanda sulla proposta formulata alla Lega dal capogruppo alla Camera del Pdl Fabrizio Cicchitto.
«Lo dico - ha aggiunto - anche agli amici della Lega: pensate che la percentuale di forza lavoro è in Germania al 65% e in Italia al 30%. Quanto ci chiede l'Europa sul lato pensionistico è chiaro».

«Bene l'Unione europea sugli Eurobond» - «Bene l'Unione Europea sugli Eurobond. Tutt'altro che bene invece la Merkel che si trova in una piena contraddizione fra la sua ambizione di leadership europea e il fatto che è fortemente condizionata dalle vicende elettorali del suo Paese». A dirlo è stato il capogruppo Pdl alla Camera dei Deputati, Fabrizio Cicchitto.

Cicchitto replica a Pera: «Lavoriamo per migliorare decreto, va approvato» - «L'amico Marcello Pera mi sorprende: quando una personalità del suo livello apre una discussione politica deve mettere nel conto di avere delle risposte che non può certo liquidare come bacchettate e richiami all'ordine»: lo ha dichiarato il capogruppo alla Camera del Pdl, Fabrizio Cicchitto, a proposito delle polemiche sorte all'interno del partito sulla manovra finanziaria voluta dal governo che anche se può essere migliorata «va approvata».
«La mia risposta era tutt'altro che un richiamo all'ordine, ma un invito a riflettere sul merito dei problemi e specialmente a discutere di politica. Sul merito - non so se purtroppo o fortunatamente - siamo d'accordo su molte cose; sul piano politico ho sottoposto a Marcello Pera la seguente questione: lavoriamo per migliorare il decreto,ma comunque esso va approvato perché in caso contrario le conseguenze possono essere probabilmente due: la speculazione non contrastata dalla Bce farà saltare i nostri conti attaccando i titoli di Stato; il governo rischia di cadere», prosegue Cicchitto, il quale conclude: «Francamente sembra sbagliato sia contribuire a provocare un disastro finanziario sia a determinare un disastro politico facendo un grande favore alla sinistra. In questo caso che ci auguriamo collocato in un periodo ipotetico di terzo tipo, invece di 'salvare il futuro', lo si pregiudicherebbe in modo irreparabile rovinando il presente. Su questo secondo punto però vedo che fortunatamente c'è una modifica positiva della posizione di Marcello Pera che nel suo primo articolo affermava che avrebbe negato la fiducia mentre in questo secondo afferma che pur turandosi il naso comunque voterà a favore».