6 ottobre 2022
Aggiornato 22:30
Air France

Spinetta preoccupato per crescita compagnie del Golfo

Il Presidente del cda: «Godono di sostegno pubblico e portano a casa loro posti di lavoro ed esportano da noi disoccupazione»

MILANO - In un'intervista oggi sul quotidiano francese Le Figaro, il presidente del consiglio di amministrazione di Air France-Klm esprime forte preoccupazione per la crescita delle compagnie aeree del Golfo e di quelle low-cost.
Secondo Spinetta, queste compagnie, in particolare la Ryanair, «stanno cercando di uccidere la nostra industria». Spinetta denuncia i sostegni pubblici di cui godono queste compagnie e che permettono loro di «essere gestite senza i vincoli economici e finanziari di redditività» che si impongono alle altre compagnie.

Grazie al «sostegno assoluto dei loro Stati rispettivi» queste compagnie vanteranno entro il 2020 una flotta di 800 aerei a lungo raggio, cioè il «doppio di quelli dei gruppi Lufthansa, British Airways e Air France-KLM». «Gli europei devono cominciare a prendere coscienza del fatto che queste compagnie, assorbendo il traffico europeo, portano a casa loro posti di lavoro ed esportano da noi disoccupazione», lamenta Spinetta.