7 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Aeroporto Viterbo

«Per la Regione è una scelta fatta. Matteoli faccia la sua parte»

E’ quanto puntualizza il capogruppo PD al Consiglio Regionale del Lazio, Giuseppe Parroncini dopo la visita ieri a Viterbo del Ministro per i Trasporti e le Infrastrutture, Altero Matteoli

«Vorrei ricordare al Ministro Matteoli che la scelta di realizzare l’aeroporto a Viterbo è stata assunta dalla Regione Lazio oltre un anno fa e che in proposito non vi è stato mai alcun ripensamento. La Giunta Marrazzo ha svolto con convinzione il proprio lavoro e su questo punto non intende tornare indietro. Ora è il Governo che deve fare la sua parte».

E’ quanto puntualizza il capogruppo PD al Consiglio Regionale del Lazio, Giuseppe Parroncini dopo la visita ieri a Viterbo del Ministro per i Trasporti e le Infrastrutture, Altero Matteoli.

«Più volte – ha ricordato Parroncini – il Presidente dell’Enac, Vito Riggio, ha insistito sulla necessità di procedere alla realizzazione dell’aeroporto contestualmente con le opere di riqualificazione della rete infrastrutturale viaria e ferroviaria per garantire collegamenti rapidi ed efficienti con la Capitale. Di questo deve occuparsi il Governo fornendo risposte chiare. Mi riferisco, per esempio, al completamento della Trasversale Civitavecchia-Viterbo sulla quale la Regione Lazio ha già stanziato 100 milioni di euro. Ci aspettiamo – ha proseguito Parroncini -che Matteoli onori gli impegni presi, soprattutto dopo il via libera rilasciato dalla Regione Lazio alla realizzazione del Corridoio Tirrenico Nord che tanto sta a cuore al Ministro. Al Governo chiediamo ancora un impegno più energico nei confronti di RFI per il raddoppio della linea ferroviaria Roma-Bracciano-Viterbo che rappresenta un collegamento strategico tra il futuro aeroporto e la Capitale, tanto più che la Regione sta già facendo la sua parte sulla tratta di competenza regionale Roma- Civita Castellana-Viterbo con importanti interventi di ammodernamento e messa in sicurezza che, in questa prima fase, copriranno il tratto fino a Civita Castellana. Infine, per quel che riguarda l’impatto ambientale del futuro scalo viterbese, - ha concluso il capogruppo PD - la Regione Lazio attiverà quanto prima tutte le procedure previste dalla legge allo scopo di tutelare la sicurezza dell’aeroporto e dei cittadini».