14 giugno 2024
Aggiornato 12:00
Tagli alla scuola

«No a licenziamento addetti alle pulizie delle scuole»

Così il senatore del Pd Achille Passoni che sta manifestando davanti al Ministero della Pubblica Istruzione con i lavoratori interessati ai tagli

«Presenteremo un emendamento alla Finanziaria per impedire il licenziamento degli oltre 14.822 lavoratori delle imprese che svolgono servizi di pulizia negli edifici scolastici che, per colpa dei tagli alla scuola voluti dal governo Berlusconi, rischiano il licenziamento». Così il senatore del Pd Achille Passoni che sta manifestando davanti al Ministero della Pubblica Istruzione con i lavoratori interessati ai tagli.

«Oltre all'emendamento - spiega ancora Passoni - con la senatrice Ghedini abbiamo già depositato un'interpellanza rivolta al presidente del Consiglio Berlusconi, ai Ministri Gelmini, La Russa e Tremonti segnalando che nella Finanziaria, attualmente all'esame del Senato, non si trova alcun riferimento al rifinanziamento delle attività dei 14.822 lavoratori delle imprese di pulizie degli edifici scolastici né degli 8.000 addetti che operano negli appalti di pulizie nelle caserme delle diverse Armi del Ministero della Difesa».

Conclude Passoni: «Nessuno dei ministri interpellati si è ancora degnato di riferire in Parlamento. Nessuno dei ministri si è degnato ancora di rispondere ai quasi 23.000 lavoratori giustamente preoccupati per il loro futuro perché dal 1° gennaio 2009 rischiano il licenziamento».