7 dicembre 2019
Aggiornato 06:30
Petrolio scende sotto 90 dollari

Per Intesaconsumatori benzina deve calare di 8-10 cent

«Basta con la doppia velocità dei carburanti, lesti a salire quando il prezzo del greggio aumenta, immobili nel caso opposto»

Il prezzo del petrolio scende sotto i 90 dollari, ma il prezzo dei carburanti alla pompa non scende. Per Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori) necessario il taglio delle accise e il blocco dell’Iva, con riduzione di 8-10 centesimi del prezzo di benzina e gasolio.

«Basta con la doppia velocità dei carburanti, lesti a salire quando il prezzo del greggio aumenta, immobili nel caso opposto – dichiarano i Presidenti delle quattro Associazioni – con il petrolio a 90 dollari il prezzo di benzina e gasolio dovrebbe essere inferiore di 8-10 centesimi di euro al litro. Negli ultimi due mesi il costo di un barile di petrolio è diminuito di circa il 35-40%, benzina e gasolio sono rimaste praticamente ferme. E’ urgente e necessario un taglio delle accise e il blocco dell’Iva, ma ad oggi nessuna delle due misure è stata adottata.»

Misure che Intesaconsumatori è pronta a richiedere in occasione dello sciopero della pagnotta di giovedì 18 settembre.
«Con lo sciopero della pagnotta di giovedì 18 settembre torniamo a chiedere la realizzazione di questi interventi urgenti – continuano i Presidente - la situazione sta andando pericolosamente fuori controllo. Difatti, il caro greggio genera un effetto domino sui rincari dei generi alimentari, considerando che circa l’80% dei trasporti di prodotti avviene su gomma. Inoltre, le Associazioni distribuiranno gratuitamente del pane ai consumatori, e la Coldiretti allestirà una dimostrazione di produzione del pane».
Di seguito, il vademecum realizzato dalle Associazioni per il consumatore, un prontuario delle azioni da compiere durante la giornata dello sciopero.

VADEMECUM PER CONSUMATORI PER SCIOPERO 18 SETTEMBRE
1) Evitare di comprare pane e pasta per l’intera giornata di protesta
2) Evitare, se possibile, di fare spesa di prodotti alimentari, se non locali o «km zero»
3) Evitare l’utilizzo dell’automobile, se non per necessità ed emergenza
4) Tenere spenti, durante la mattina del 18, tv, luci e computer
5) Evitare di utilizzare, se non per emergenza, il cellulare per almeno 3 ore durante la giornata, sia per chiamate che per invio sms