6 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Pubblica Amministrazione

Personale regionale: incontro Governo - Sindacati

«I rappresentanti sindacali hanno insistito sulla necessità di applicare gli accordi sottoscritti sulla progressione economica e il salario accessorio»

Riparte il dialogo sindacale a tutto campo sulle questioni che riguardano il pubblico impiego regionale. I segretari di Cobas-Codir, Sadirs, Siad e Ugl hanno incontrato oggi a Palazzo d'Orleans il presidente della Regione Siciliana, on. Raffaele Lombardo.
Le organizzazioni sindacali che rappresentano la maggioranza dei dipendenti regionali e degli enti collegati, hanno illustrato al presidente della regione un loro documento programmatico per la riforma e il rilancio dell'azione amministrativa della regione.

Nel corso dell'incontro è stato posto l'accento sulla necessità della riforma dell'amministrazione regionale, della razionalizzazione delle risorse e di una migliore utilizzazione del personale.
I rappresentanti sindacali hanno insistito sulla necessità di applicare gli accordi sottoscritti sulla progressione economica e il salario accessorio, che non prevedono aggravi di spesa, ma che sono ancora inattuati.

L'avvio di una nuova stagione per il rinnovo dei contratti di lavoro già scaduti, con l'individuazione di nuove risorse da destinare alla produttività, potrà portare poi - è stato detto - a una ridefinizione e più efficace distribuzione delle competenze e delle responsabilità.
Al termine dell'incontro il presidente ha affermato: «Il governo non ha alcuna intenzione di criminalizzare i dipendenti regionali, ma persegue l'obiettivo della razionalizzazione dell'uso delle risorse e dell'accrescimento della produttività. Confidando sulla collaborazione di tutte le organizzazioni sindacali, chiederò all'assessore al personale di avviare al più presto un tavolo di confronto e concertazione per definire le linee programmatiche del nuovo corso contrattuale.»