16 settembre 2019
Aggiornato 01:30
Caro scuola, la Federconsumatori fa i conti

Le famiglie spenderanno fino a 1.200 euro per materiali scolastici

Il «corredo» (zaini, astucci, quaderni) costerà circa 499 euro, a cui ne vanno aggiunti altri 521 per libri e dizionari. L'incremento rispetto al 2012 è del 2,4%. Secondo l'associazione: «È indispensabile incentivare al massimo l'editoria elettronica rendendo disponibili in rete gli aggiornamenti per le nuove edizioni, senza obbligare l'alunno ad acquistare un testo nuovo»

La denuncia del Codacons

Caro libri, stangata fino a 44 euro

L'associazione dei consumatori: Era stato il ministero dell'Istruzione ad annunciare in pompa magna nel 2009 che le famiglie avrebbero speso per i libri il 30% in meno nell'arco dei 3 anni. Ebbene i 3 anni sono passati, ma invece di diminuire, il prezzo dei libri è di nuovo immancabilmente aumentato

Comunicato stampa dell'Unione Nazionale Consumatori

Caro libri: sradicare le pratiche scorrette

«Per fronteggiare il caro-scuola è necessario incentivare l’uso dei libri in comodato d’uso e la possibilità di scaricare i libri da internet (e-book)»

«La smentita del presidente AIE, che parla di “montatura del caro-libri”, sbaglia contenuti e obiettivi»

Caro libri. MDC risponde all'AIE

«Noi parliamo della spesa complessiva per le famiglie»