30 marzo 2020
Aggiornato 06:30
Anche Andrea lascia il suo team

Iannone batte Rossi e il dolore. E il suo addio alla Ducati è gelido

Un podio conquistato con grinta, quello del Maniaco alla sua ultima gara con la Desmosedici, a Valencia. E, al traguardo, il pilota di Vasto si toglie qualche sassolino dalla scarpa: «Non ho sentito molto calore, anzi del distacco»

Tendenza positiva per la casa italiana

Aprilia conclude una stagione di crescita con la top ten

A Valencia entrambe le moto di Noale finiscono a punti e Alvaro Bautista entra ancora nei primi dieci. Confermati i miglioramenti delle RS-GP, colorate di rosso per la lotta contro l'Aids, nella seconda metà della stagione

Il duo Yamaha si separa facendo la pace

Lorenzo vince, Rossi perde. Ma si lasciano facendosi i complimenti

Il loro ultimo GP da compagni di squadra, a Valencia, si chiude con il successo di Jorge e Valentino fuori dal podio. Ma l'atto finale, dopo tante stagioni di rivalità, è l'ammissione dei rispettivi meriti: «Un pilota forte», «Mi tolgo il cappello»

Gara agrodolce per gli italiani nella classe intermedia

Un altro podio per Franco Morbidelli, Luca Marini non ce la fa

Per l'ottava volta stagionale, la quinta consecutiva, il 21enne romano si piazza tra i primi tre. Al fratello minore di Valentino Rossi, invece, sfugge il titolo di debuttante dell'anno in Moto2 nell'ultimo Gran Premio stagionale a Valencia

Le ultime soddisfazioni dell'anno dai giovani italiani

Andrea Migno sul podio, Enea Bastianini vicecampione

Il pilota del team Sky Vr46 conclude la stagione in Moto3 con un terzo posto nel Gran Premio di Valencia. Il suo collega del team Gresini arriva invece quarto al traguardo e si conferma secondo nella classifica generale del Mondiale

Dove ha preso il Governo 4 milioni di indirizzi e-mail?

Renzi fa il furbetto con le lettere-spot agli italiani all'estero

Il fronte del No è sul piede di guerra per la lettera fatta recapitare da Matteo Renzi a 4 milioni di italiani all'estero, utilizzando i loro indirizzi e-mail. Le accuse vanno da violazione per la privacy ad apologia del sì